SANTUARIO MADONNA DELLA CORONA, il sentiero dei pellegrini

madonna-della-corona

Il Santuario nella roccia per eccellenza raggiunto attraverso il cammino dei pellegrini per godere ancora di più della sua visuale.

Salire al Santuario della Madonna della Corona vale un cammino panoramico davvero incredibile, anche se davvero faticoso. Un’esperienza coinvolgente che mette a prova le gambe e la testa regalando però stupore per gli occhi ed il cuore.

santuario-madonna-della-corona
Il Santuario

La storia del Santuario della Madonna della Corona

Il Santuario sorge sulle zone rocciose del Monte Baldo ed ha una storia davvero misteriosa.

Si racconta che attorno al 1500 una statua della Madonna sia stata spostata per intervento divino dall’isola di Rodi fino alla sommità di queste creste rocciose. Già nel 1200 qui esistevano una cappella ed un monastero dedicati alla Madonna del Monte Baldo, ma fu solo con l’acquisizione momentanea ed improvvisa di questa statua che ebbe inizio il culto e la costruzione del Santuario e del sentiero per arrivarci.

Nel 1400 il plesso passò alla proprietà dei Cavalieri del Santo Sepolcro che vi rimasero fino al 1800. A questo periodo appartiene la Statua di Maria che si trova dietro l’altare sul muro di roccia e viene tutt’ora venerata.

altare-madonna-corona
L’altare del Santuario

L’ultima ristrutturazione di percorso e santuario risale agli anni ’70 ma rispecchia tutta la tradizione del passato.

Dove si trova il Santuario della Madonna della Corona

Il Santuario si trova a Ferrara di Monte Baldo, in provincia di Verona, per la precisione nella località di Spiazzi.

Incastrato nella roccia, offre una vista mozzafiato sul panorama circostante e dà quasi la sensazione di essere sospeso in aria tra cielo e terra.

Sentieri per raggiungere il Santuario

Una delle informazioni più cercate su come arrivare al Santuario è “ascensore”…e se ve lo state chiedendo…NO, non c’è l’ascensore!!!

Qui il percorso dovete proprio farlo a piedi in una sorta di pellegrinaggio emotivo e religioso. Che siate credenti meno vi assicuro che il tragitto ripagherà la vostra fatica.

mappa-percorsi-madonna-corona
Mappa dei percorsi

Ci sono 2 percorsi per arrivare al Santuario, uno facile e veloce ed uno più impegnativo.

Sentiero del Pellegrino

Brentino-Madonna della Corona

Dislivello: 600 mt

Tempo di percorrenza: 2,30 h in salita 1,30 in discesa

Segnavia: n.73

Difficoltà: media

È il sentiero più impegnativo. Una sorta di pellegrinaggio per giungere davanti al Santuario. Si parte dalla località di Brentino dove ci sono vari parcheggi e si seguono le indicazioni per il sentiero.

sentiero-della-speranza
La salita al Santuario

La strada è tutta in salita tra i boschi e l’ultimo tratto è così ripido che sono state aggiunte le scale.

Lungo il percorso troverete delle tappe intermedie:

  • la Croce, che si staglia a mezza montagna e viene illuminata di notte
  • la vista del Sengio, che si staglia sotto la vostra visuale
  • la scalinata a zig-zag, e gli oltre 1000 gradini che vi aspettano per salire
  • la grotta della Pietà, dove trovò rifugio la Pietà durante il restauro del Santuario
  • il ponte del Tiglio, il ponte di pietra che unisce la valle allo strapiombo.

Sentiero della Via Crucis

Spiazzi-Madonna della Corona

Lunghezza: circa 1,5 km

Tempo di percorrenza: mezz’ora in discesa, un’ora in salita

Autobus ATV Verona: 10 minuti

Difficoltà: facile

Il secondo sentiero è quello più semplice. Si può percorrere a piedi in discesa seguendo le tappe della Via crucis, raffigurate da statue in bronzo.

C’è anche un autobus che ad orari regolari fa la salita e la discesa.

Informazioni pratiche

Per percorrere il Sentiero della Speranza vi consigliamo innanzitutto di essere allenati…la salita è molto ripida e, nonostante si possa smezzare con delle soste paesaggistiche risulta abbastanza impegnativa.

Partite equipaggiati da montagna con acqua a sufficienza perché non ci sono fontanelle sul sentiero.

Se volete pranzare lungo il tragitto dovrete portarvi dei panini al sacco, altrimenti troverete un bar alle porte del Santuario oppure ristoranti a Spiazzi.

Qualunque sia la strada che deciderete di percorrere, sarà la vista a ripagare le vostre fatiche ed il Santuario è davvero incredibile!

Non perderti le nostre avventure!

Seguici sui social

8 risposte a “SANTUARIO MADONNA DELLA CORONA, il sentiero dei pellegrini”

  1. Avevo già visto le foto di questa località e mi avevano incuriosito. Mi segno sicuramente le tue indicazioni per quanto sarò in zona.

  2. Mi piacerebbe vedere questo santuario facendo magari il sentiero più lungo. Certo quando ho letto 1000 gradini ho già sentito dolore alle gambe! La posizione è veramente scenografica!

    1. In effetti…le gambe ci han messo 2 giorni a rilassarsi!!!

  3. Che bello questo santuario nella roccia! Non lo conoscevo, ma mi piacerebbe molto guardarlo dal vivo.

  4. Un santuario costruito tra le nuvole, mi chiedo come hanno fatto a portare i materiali da costruzione. Un percorso impegnativo ma tra le bellezze della natura, grazie per avermelo fatto conoscere

    1. me lo son chiesto anch’io in effetti Cristina!

  5. Davvero incredibile pensare all’abilitá di chi lo ha costruito in una posizione cosí difficile! Personalmente opterei per il primo sentiero, anche se é molto duro ne vale sicuramente la pena.

    1. Anche noi! La fatica ripaga ancor più la vista!

Lascia un commento