TRENINO DEL BERNINA, alla scoperta delle montagne svizzere

trenino-del-bernina

Un weekend in Svizzera con il trenino del Bernina per scoprire località di montagna e la famosa St. Moritz.

Dopo aver letto moltissimo sulla Ferrovia Retica ed i suoi ponti elicoidali che tanto ci ricordano il treno di Harry Potter, decidiamo di organizzare un weekend con degli amici.

treno-sui-binari
Corriamo a prendere il treno!

La nostra prima tappa è Tirano dove prenderemo il Trenino del Bernina!

Il Trenino del Bernina

Ci aspetta una tra le più belle traversate alpine tra la Svizzera e l’Italia che unisce due nazioni ma anche 2 paesaggi completamente diversi.

Ghiacciai a perdita d’occhio, gallerie che sbucano su paesaggi incredibili, pendenze fino al 70 per mille che vi assicuro valgono la corsa solo per sè.

ferrovia-retica-ponte-elicoidale
Il trenino del Bernina

La tratta parte da Lugano per poi far tappa in Italia a Tirano, dove lo abbiamo raggiunto noi, e fermarsi in posti assurdi, tipo il ghiacciaio Ospizio Bernina a 2253 mt di altezza per poi ridiscendere a valle nell’Engadina e raggiungere la chic St. Moritz.

La tratta da Thusis – Valposchiavo – Tirano fa parte del Patrimonio UNESCO – ed è semplicemente unica. 

Potrete ammirarla nelle carrozze panoramiche in vetro ma anche dal treno locale normale che comunque percorre la stessa tratta ad un costo più contenuto e vi mostra le stesse zone.

Come prenotare i biglietti per il Trenino del Bernina

Lasciandoci guidare dai consigli degli amici, abbiamo già comprato i biglietti in anticipo rivolgendoci ad un’agenzia della zona che non applica particolari costi aggiuntivi. E’ l’Adrastea Viaggi di Tirano.

Scegliamo tutti treni regionali e senza prenotazione, sempre puliti e puntualissimi! Siamo in Svizzera!

Avete letto la nostra esperienza svizzera a Basilea?

Viste le lunghe code per l’acquisto dei biglietti vi consigliamo vivamente questa scelta, soprattutto se viaggiate su treni senza prenotazione, che arrivano prima in stazione e riuscendo a salire prima non si ha il problema del posto a sedere.

In ogni caso potete acquistare il biglietto anche sul sito della Ferrovia Retica che vi offre anche la possibilità di acquistare le carrozze panoramiche ad un costo aggiuntivo.

Le tappe da fare in un giorno

Passiamo il confine di stato, attraversando in pieno centro cittadine molto caratteristiche. Scattiamo molte foto, soprattutto sul viadotto elicoidale di Brusio, davvero suggestivo.

Transitiamo fianco a fianco del lago di Poschiavo, che è in parte gelato e, con lo splendido sole che ci dona la giornata, brilla con la neve.

lago-di-poschiavo
Il lago di Poschiavo

Saliamo sempre di più fino a fermarci ad Alp Grum, 2091mt.

ristorante-alp-grum
La nostra pausa pranzo

Qui pranziamo mangiando pizzoccheri e birra al Banhof Buffet, per i nostri standard un po’ caro ma dobbiamo dire in anticipo che la Svizzera ha un costo diverso rispetto all’italia.

Dopo una battaglia a palle di neve con il mio bimbo, ripartiamo col trenino per fermarci a Pontresina, ammirando nel tragitto il lago Bianco e lo splendido paesaggio innevato delle Alpi che ci circondano.

ghiacciaio-diavolezza
Il ghiacciaio Diavolezza

In 15 minuti da Pontresina siamo a St Moritz. Fa molto freddo, prendiamo la scala mobile che ci porta verso il centro pedonale e subito cominciamo a notare i primi bellissimi negozi: Gucci, Ralph Lauren, Bulgari, Cartier e chi più ne ha più ne metta.

st-moritz-panorama
Foto di Peacepeaceofmind da Pixabay

Facciamo una passeggiata e poi ci fermiamo infreddoliti alla pasticceria Hanselmann dove gustiamo cioccolata calda e krapfen…ci voleva proprio!

Prendiamo la discesa e ci soffermiamo a fotografare il lago dal terrazzo alla base della scala mobile. Tutto ghiacciato e innevato è davvero bello! Riprendiamo il trenino per giungere, dopo 2 ore e mezzo circa a Tirano.

Amanti dei viaggi in treno? Leggi anche la nostra giornata sul Treno dei Sapori sul Lago d’Iseo!

Consigliamo vivamente questo itinerario breve ma molto suggestivo per i paesaggi innevati e gli splendidi posti. In un weekend è davvero facile da fare. Noi lo abbiamo fatto in inverno e ci siamo fermati a dormire a Pontresina per spezzare e farlo ancora più slow…ma in una giornata è meritevole lo stesso.

TRENO DEI SAPORI, una gita sul lago d’Iseo

treno-dei-sapori

Il Lago d’Iseo mi ha sempre affascinato, ed oggi abbiamo trascorso una giornata qui con il treno dei sapori.

Il lago, sono riuscita a visitarlo per la prima volta solamente quando c’è stata la famosa installazione artistica di Christove la ricordate?

Era il 2016 e l’opera che collegava con passerelle gialle la città di Sulzano a Monteisola ed all’isola di San Paolo, attirò migliaia di visitatori, tra cui me!

All’epoca passeggiai sul lago nella folla e visitai l’isola ma da allora sognavo sempre di ritornarci! Non so perché ma i laghi mi ispirano sempre relax e quiete.

Il treno dei sapori ad Iseo

treno-dei-sapori

L’occasione è arrivata quando abbiamo deciso di fare una gita con il Treno dei Sapori, un convoglio storico che è stato trasformato in un ristorante.

Lungo il percorso si possono infatti degustare i prodotti tipici del territorio ed assaggiare il famosissimo vino della Franciacorta.

Un altro treno Slow? Provate una gita sul Trenino del Bernina!

Il treno è un mezzo lento e viaggiare sulle sue carrozze permette di gustarsi anche il paesaggio del lungolago e le sue pendenze che si scartano con gallerie e salite.

Percorso del Treno dei Sapori da Iseo

La gita prevede una guida che ci accompagna per tutta la giornata con spiegazioni storiche sulle cittadine del lago ma anche aneddoti sui suoi abitanti.

Iseo

Si inizia da Iseo, la cittadina che dà il nome al Lago. I palazzi colorati, la sua piazzetta del mercato con la statua di Garibaldi e la sua Pieve storica con il campanile mi danno subito l’impressione di un posto d’altri tempi.

iseo-giro-città

Lo immagino nei primi anni del ‘900 con i suoi palazzi affacciati sul lago e la gente che passeggia mano nella mano.

Tutti in carrozza!

E che carrozze!

Ci accoglie un treno d’epoca tutto ristrutturato e sistemato con tavoli preparati a ristorante, molti pannelli esplicativi descrivono le specialità che assaggeremo e schermi interattivi proiettano scorci del lago.

treno-dei-sapori

Cominciamo subito con un aperitivo “in viaggio” con Franciacorta fino ad arrivare a Pisogne.

brindisi-treno-dei-sapori

Pisogne e Santa Maria della Neve

Pisogne è la cittadina più settentrionale del lago d’Iseo ed ha un centro molto carino per passeggiare.

Molto famosa la sua Chiesa di Santa Maria della Neve che sorse nel XV secolo come monito cristiano alla caccia alle streghe che in questi luoghi fu molto sentita.

  • madonna-della-neve
  • madonna-della-neve

La guida ci illustra gli affreschi interni ad opera del famoso Girolamo Romanino.

La struttura della chiesa risponde allo schema delle chiese quattrocentesche con una sola navata e la volta a crociera affrescata a colori intensi. Anche la facciata aveva colori forti per cercare di attirare a sé i fedeli.

D’altronde ricordiamoci che la Val Camonica è nota per la più grande caccia alle streghe mai avvenuta in Italia ed il risanamento religioso era un obbiettivo imprescindibile!

Sulzano

A Pisogne degustiamo il pranzo a bordo con prodotti tipici del territorio, salumi e formaggi, gnocchi e salamella.

Un sommelier ci illustra i vini che beviamo a bordo. Tutti del territorio e veramente ottimi!

  • pranzo-treno-dei-sapori
  • pranzo-treno-dei-sapori
  • pranzo-treno-dei-sapori

La ripartenza per Sulzano ci fa degustare dolci tipici e liquori e grappe.

Battello in direzione Montisola

Da Sulzano ci spostiamo all’imbarcadero e prendiamo una motonave che attraversa il lago e ci porta a Montisola.

barche-sul-lago-iseo

È una splendida giornata di sole e le temperature settembrine ci fanno assaporare questa gita in modo particolare!

Montisola

Ultima tappa del nostro tour è l’isoletta in mezzo al lago d’Iseo. Scendiamo a Peschiera Maraglio e abbiamo un’oretta di tempo per perdersi tra le sue stradine!

  • sardine-di-lago
  • reti-di-montisola

Famosa per i suoi insaccati ma anche per l’essiccazione delle sardine di lago e per la manifattura delle sue reti, Montisola ha una bella passeggiata lungolago, ideale per gustarsi un gelato e fotografare il tramonto.

tramonto-iseo

Treno dei sapori: info utili

Il Treno dei Sapori parte tutte le domeniche e i giorni festivi con itinerari diversi e degustazioni stagionali. Il treno ha circa 45 posti.

La prenotazione è obbligatoria e potete farla qui.

Si possono anche segnalare intolleranze ed allergie.

La quota include

  • Ticket Treno dei Sapori
  • Servizio catering e menù a bordo del Treno dei Sapori
  • Servizio guida per l’intera giornata
  • Visita guidata alla chiesa di Santa Maria della Neve
  • Escursione a Montisola comprensiva di ticket battello
  • Assicurazione

Gli animali, anche se  di piccola taglia, non sono ammessi a bordo. Sono esclusi i cani guida in accompagnamento a non vedenti, che possono viaggiare senza limitazioni.

Post scritto in collaborazione con il Treno dei Sapori #ad

PASSAPORTO IN-LOMBARDIA, un nuovo modo di esplorare!

passaporto-lombardia

Il passaporto In-Lombardia, una raccolta di timbri ed esperienze imperdibili per i nostri bambini!

La nostra continua voglia di esplorare l’Italia e viaggiare si è fatta un po’ più impegnativa da quando il folletto è cresciuto.

Tutti i genitori si lamentano sempre di quanto stancante è viaggiare con un bambino piccolo ma io mi dissocio totalmente da questo. Da piccoli hanno bisogno di più attenzioni e di tante cose in valigia, ma da grandi il problema è catturarla la loro attenzione!

Cercare di coinvolgerli in attività che non li facciano sbuffare ogni 5 minuti e che alla fine della giornata li abbiano impegnati in modo costruttivo!

Per questo sono stata davvero felice di aver conosciuto il Passaporto della Lombardia.

Passaporto turismo Lombardia, il progetto

Già da alcuni anni utilizziamo il Passaporto delle Dolomiti che timbriamo nelle camminate in montagna…lo ricordate? Ve ne avevo parlato durante un itinerario sul Catinaccio.

passaporto-lombardia

Il principio qui è lo stesso, un passaporto unico e numerato su cui raccogliere timbri, impressioni, disegni ed avere un ricordo indelebile di quella giornata.

Ogni pagina corrisponde ad una meta o attività da fare in Lombardia…sapete quante cose ci sono in Lombardia?

Tantissime! Penso che lo finiremo tra qualche anno!!!

Passaporto Regione Lombardia, come ottenerlo

Il passaporto Inlombardia è gratuito. Per averlo basta richiederlo presso uno dei punti visita Inlombardia oppure on-line a questo indirizzo, ma comunque poi va ritirato al point.

Il richiedente deve avere almeno 14 anni ma per i piccoli lo compilano i genitori!

Per luoghi di ritiro e modalità vi lascio al sito promotore del progetto Inlombardia.

Passaporto In Lombardia, dove ottenere i timbri

I timbri sono fatti dalle aziende di promozione turistica, dai tanti siti Unesco e dalle attività che vengono organizzate nei vari luoghi.

L’elenco totale dei siti partecipanti lo trovate qui.

Brescia-con-bambini
Libretto esplorativo di Brescia

Noi ne abbiamo ottenuto come “Città Cult” nella nostra visita a Brescia ma non vediamo l’ora di visitare le incisioni rupestri della Val Camonica o i liutai di Cremona per riceverne un altro!

La raccolta di timbri è suddivisa per itinerari: città, sapore, inbici, cammini, natura e tanto altro, così da organizzare la visita al meglio!

Il passaporto Inlombardia è molto più di un ricordo, è una raccolta di esperienze che spazia da luoghi turistici a luoghi sconosciuti.

Noi ve lo consigliamo e vi consigliamo di rivolgervi alle guide di Inlombardia per ricevere info e materiale per coinvolgere i bambini in attività di visita davvero diverse.

Brescia con bambini, cosa vedere in un giorno

brescia-con-bambini-cosa-vedere

Brescia è una città lombarda tra Bergamo ed il Garda, spesso sottovalutata nella sua bellezza per la vicinanza ad altri siti storici ma davvero molto bella da visitare.

Noi lo abbiamo fatto in una giornata d’agosto in cui per caso ci siamo trovati a passare in queste zone e l’abbiamo trovata davvero incredibile! Mai avremmo pensato avesse reperti romani così ben conservati!

Brescia con bambini si è rivelata istruttiva e didattica!

Cosa vedere a Brescia

La città storica romana, quella rinascimentale, la città della Mille Miglia e della Franciacorta con i suoi vini, ma anche la città del teatro e dell’opera…ecco i mille volti di Brescia!

Città ricchissima di acqua, tanto da essere nota come “Città dalle mille Fontane” per le fontane che troviamo in tutte le piazze.

Brescia romana

Brixia in età romana, era una delle città più importanti dell’Italia settentrionale, situata sulla via Gallica.

foro-romano-brescia

L’area archeologica che ora troviamo conserva un Foro con templi e colonne ancora intatte ed un parco archeologico Patrimonio dell’umanità dell’ Unesco. Ben visibile il Capitolium del 73 d.C. tempio dedicato alla triade capitolina -Giove, Giunone e Minerva- ed il teatro con le gallerie a semicerchio.

Il teatro romano che riveste tutt’ora un’importanza enorme per la città, è visitabile anche con tecnologie visive e visori. Centinaia di artisti animano settembre con la Festa dell’Opera che porta il melodramma nelle piazze di Brescia, in teatro e nei luoghi più antichi.

santa-giulia-brescia
Chiostro di Santa Giulia

Il Museo di Santa Giulia, unico nel suo genere in Italia, si trova all’interno di un complesso monastico di origine longobarda. Ricco di reperti dall’età del bronzo ad oggi, è un vero e proprio viaggio nella Brescia della storia e dell’arte. Al suo interno troviamo importanti domus romane e la basilica longobarda di San Salvatore e di Santa Maria in Solario, oltre che chiostri e portici spettacolari.

Le 3 piazze

Le tre piazze di Brescia ci fanno ripercorrere anch’esse la storia.

La piazza Paolo VI è sede dei due Duomi, uno antico Longobardo di forma circolare e costruito su fonti termali,

piazza-paolo-VI-brescia
Il duomo vecchio ed il nuovo si fiancheggiano sulla piazza

l’altro rinascimentale tardo barocco con pianta a croce circolare, moderno e chiaro.

Il Broletto, con la torre del Pègol e la loggia delle grida è uno dei palazzi storici più antichi della città.

Piazza della Loggia, dove ci si ritrovava per commerci e scambi con il suo orologio astronomico e la sua cupola di Andrea Palladio che sormonta la loggia dei Monti di Pietà.

piazza-loggia-brescia
Piazza della Loggia con l’orologio astronomico

Ed infine piazza della Vittoria, di chiaro stampo novecentesco con il grattacielo di mattoni rossi ed il palazzo delle poste.

La Millemiglia

Campari, Varzi, Nuvolari e Taruffi…piloti leggendari di questa famosa gara automobilistica che si disputò per la prima volta nel 1927 da Brescia a Roma.

Le frecce rosse di segnalazione e le auto immerse in una scenografia simulata si possono ritrovare nel Museo della Mille Miglia.

Un percorso molto simpatico da fare con i piccoli amanti delle corse da brivido!

Il castello

Nella lista di Brescia con bambini non può infine mancare il Castello, che con i suoi bastioni domina la città, costruito nel Medioevo come rocca militare ora ospita torri, camminamenti, stradine e tante aree verdi dove correre e giocare!

Brescia con bambini

Se volete visitare Brescia con bambini vi consigliamo di recarvi presso l’ufficio del turismo in piazza Paolo VI dove vi verrà consegnata la guida “Scopri Brescia” con mappe, disegni giochi e tantissime cose da scoprire per coinvolgere i più piccoli nella visita di questa città.

Brescia-con-bambini

Ogni sabato dall’Infopoint parte alle ore 10 una visita guidata condotta da guide turistiche autorizzate, ma con il libretto avrete sicuramente catturata la loro attenzione per una visita wow! 🙂

Itinerario su Brescia

L’itinerario classico vede la partenza da Piazza Paolo VI con la visita del Duomo vecchio e quello nuovo per poi passare a piazza della Loggia dove l’orologio sarà molto divertente ed istruttivo.

Vi consiglio poi di passare attraverso il decumano ed arrivare al foro, visitando tempio e teatro romano.

foro-romano-brescia

La passeggiata tra le piazze, la cittadella romana ed il teatro dura all’incirca un paio d’ore. Se volete visitare anche Santa Giulia tenete del tempo in più.

Questo museo offre laboratori per bambini dove potete anche lasciare i piccoli finché voi vi guardate il museo con calma e un activity book speciale da usare nella pinacoteca!

Brescia inoltre aderisce al progetto del Passaporto Inlombardia di cui vi parlerò in un altro post.

Brescia: informazioni utili

La visita guidata a cui abbiamo partecipato è organizzata dal Comune di Brescia. Il costo è di 5 euro a persona, i bambini accompagnati dai genitori, se minori di 14 anni, non pagano. Non occorre la prenotazione, anche se consigliata, ma arrivate in anticipo per fare il biglietto. Altrimenti telefonate al 030-3061266 per gruppi numerosi.

È disponibile la Bresciacard che comprende tutti i musei del circuito ed altre agevolazioni. Per più info vi rimando al loro sito. Queste card consentono sempre di risparmiare tempo e denaro! Vi ricordate quando vi ho parlato della Milanocard?

Per il pranzo non potete mancare di assaggiare i famosi Casoncelli, della pasta ripiena che vi consigliamo di assaggiare presso la Trattoria Gasparo vicino alla Torre Bruciata.

Per gli eventi per bambini organizzati al Museo di Santa Giulia ed al sito romano vi rimando al sito corrispondente. Vi ricordo che ci sono dei Family ticket molto vantaggiosi per risparmi ed attività comprese.

Articolo scritto in collaborazione con Brescia tourism ed Inlombardia

brescia-con-bambini-cosa-vedere

HIGHLINE GALLERIA, Milano dall’alto

Highline-galleria

Siete saliti sopra al Duomo di Milano ed avete pensato che la vista fosse bellissima?

Certo! Ma c’è un altro punto panoramico dove si può ammirare la piazza e tutto lo skyline di questa bellissima città!

highline-galleria
Il panorama sul Duomo dalla Highline Galleria

È la Highline Galleria, un percorso panoramico sopra i tetti della Galleria Vittorio Emanuele!

Noi ci siamo stati una giornata per vedere la mostra di Leonardo & Warhol alla cripta di San Sepolcro di cui via abbiamo già parlato qui, e abbiamo approfittato per visitare anche questo scorcio di Milano!

Highline Galleria, cos’è

La Highline Galleria è un percorso lungo circa 250 metri che scorre sopra le vetrate della Galleria Vittorio Emanuele, tra piazza Duomo e Piazza della scala.

highline-galleria
piazza del Duomo

È il vecchio camminamento che gli operai usavano per la manutenzione, interamente ristrutturato e riaperto nel 2015.

Da quest’altezza si ammira tutta Milano: piazza Duomo e piazza della Scala in primis ma si ha un visione fantastica della “Madunina” e di tutti gli edifici di Milano City life e del Castello Sforzesco.

highline-galleria

Tra un camino ed una tegola è poi possibile vedere dei gatti neri! La leggenda narra che una vecchina ne tenesse una coppia nei sottotetti della galleria dove abitava. Quando lei morì, i gatti non si fecero prendere e continuarono a girovagare sui tetti moltiplicandosi fino ad arrivare a 12!

Sopra il camminamento c’è una pizzeria che si chiama proprio “I 12 gatti” per ricordare questa cosa! Carino no?

Highline Galleria: come arrivarci

La galleria si trova esattamente qui:

Per accedervi si prende un ascensore fino al sesto piano del palazzo vicino. L’ingresso non è segnalato ma lo troverete nello stesso porticato dell’accesso al ristorante Pavarotti, dal lato della piazza Duomo.

Highline Galleria: gli eventi

Tantissimi eventi si svolgono per sponsorizzare questo luogo che durante le serate estive è ancora più magico e coinvolgente.

Aperitivo sui tetti

Un calice di vino vi aspetta in orario serale per concludere la giornata in modo rilassato.

Vino da una parte e panorama dall’altro…che volere di più?

highline-galleria

Incluso nel costo del biglietto, l’aperitivo va prenotato in anticipo ed è disponibile solamente in alcune giornate. Questo per garantire un’esperienza unica a tutti!

Il link per la prenotazione è questo.

Cinema sui tetti

D’estate è sempre bello vivere il cinema all’aperto e farlo sopra il tetto della Galleria Vittorio Emanuele è davvero imperdibile!

Milano-card-cinema-bianchini
Cinema Bianchini

Cinema Bianchini organizza proiezioni in collaborazione con Medusa film a cadenze regolari per tutta l’estate!

Anche qui è obbligatoria la prenotazione, gli anni scorsi era sempre sold out per cui se vi interessa correte a prendere i biglietti!

Highline Galleria: orari e prezzi

Noi abbiamo visitato la galleria in collaborazione con Milano card, una tessera che comprende numerosi eventi e luoghi di visita di Milano, come vi avevo descritto qui.

In alternativa il percorso è aperto:

Aperto da Martedì alla Domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 23.00

Il costo dei biglietti è:

  • Biglietto intero € 12.00
  • Riduzioni: € 10.00 gruppi, bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni, disabili*, over 65
  • Ingressi gratuiti: bambini fino ai 6 anni accompagnati da 1 o 2 adulti paganti; assistenti di visitatori disabili* .

Post scritto in collaborazione con Milano card

MILANO CARD, un nuovo modo per scoprire la città

milano-card-come-usarla

Questo weekend siamo stati a Milano per una visita veloce ed un incontro con degli amici!
Amo questa città…la frenesia della gente che si muove veloce, i caffè sempre pieni, le vetrine perfette…sì lo so cosa state pensando…non sarebbe meglio un weekend di benessere in montagna?!

Sì forse…ma le città hanno sempre il loro fascino e mi danno sempre spunti nuovi per scoprire arte e cultura, per quello spesso le scelgo come meta alternativa!

Milano card: scoprire la città

MilanoCard è un pass per la città che offre trasporto pubblico gratuito, audioguida gratuita e gratuità o sconti in più di 200 attrazioni turistiche di Milano, inclusi più di 30 musei, negozi e ristoranti.

Una card molto apprezzata dai genitori che offre gratuità per i bimbi fino a 10 anni e se vivete in Lombardia una versione speciale è gratis per tutti!

milano-card

Milano card: come ottenerla

La card si può facilmente ottenere sul sito pagando con carta o Paypal e ricevendo un codice velocemente attivabile.

Si può attivare alla data ed all’ora scelta per cui è acquistabile anche in precedenza al viaggio.

Scaricando l’app sul cellulare avrete poi un pass per tantissime attrazioni a Milano! Basterà far vedere la card all’ingresso delle attrazioni ed entrerete in modo del tutto libero.

Le card hanno costi differenti a seconda dei giorni di permanenza e per i bambini sono del tutto gratuite fino a 10 anni.

Milano card: dove utilizzarla

Devo dirvi la verità…io queste card nelle varie città di solito non le acquisto mai, vuoi per motivi di tempo vuoi per i costi preferisco sempre scegliere cosa visitare in autonomia.

Milano-card-cinema-bianchini
Cinema Bianchini

Milano card però è diversa, offre anche eventi oltre che ingressi e cose davvero insolite ed inaspettate!

Ad esempio noi abbiamo percorso la Highline Galleria, il percorso panoramico sopra i tetti della galleria Vittorio Emanuele e visitato la Cripta San sepolcro dove attualmente c’è la mostra “The genius experience” Leonardo e Warhol, che vi abbiamo già raccontato.

milano-card-cripta-san-sepolcro
La mostra alla Cripta San Sepolcro

Ma davvero tantissime attività vi aspettano come il Cinema Bianchini che d’estate è un must così come il drivein!

Perchè non provare?

Post scritto in collaborazione con Milano card

LEONARDO & WARHOL, the genius experience

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience

Questo weekend siamo stati a Milano ospiti di Milano card per una visita davvero speciale.

Conoscete Milano Card e le sue innumerevoli attrazioni? Se non l’avete mai utilizzata vi rimando al mio ultimo post! Noi ci siamo stupiti di quante cose si possono fare!

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
La mostra alla Cripta San Sepolcro

Una di queste è stata la mostra di Leonardo & Warhol che vi racconto qui!

The genius experience: la location

La Cripta di San Sepolcro si trova esattamente sotto la Chiesa di San Sepolcro, poco lontano dal Duomo di Milano.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
Chiesa della cripta di San Sepolcro

È considerata la più antica Chiesa sotterranea di Milano. Leonardo da Vinci la pose al centro del Codice Atlantico, la mappa della città di Milano che lui stesso compilò.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
Cripta di San Sepolcro

Questa Chiesa ipogea è stata riaperta dopo la ristrutturazione nel 2016 ed è un luogo imperdibile per scoprire e vivere la storia di Milano.

La cripta si presenta sotto la chiesa soprastante ma rappresenta essa stessa una chiesa sotterranea con archi, volte, altare ed una pavimentazione romana originale nella quale si notano ancora i segni dei carri e delle bighe. 2000 anni di storia hanno solcato questo luogo che tanto caro fu a Carlo Borromeo e soprattutto a Leonardo da Vinci.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
Carlo Borromeo

The genius experience: la mostra

Il percorso è realmente “immersivo” così come cita la guida. Infatti si è immersi del tutto in immagini e suoni proiettati da installazioni multimediali proprio sulle pareti della cripta.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
La realtà immersiva della mostra

Nel cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo, la mostra narra la visione che l’artista aveva di Milano, ma anche quella di Warhol che, seppur a 4 secoli di distanza, trovano punti d’incontro affascinanti.

L’esposizione, curata da MilanoCard, Veneranda Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana e il Credito Valtellinese, termina con la visione delle opere principali di Leonardo da Vinci tra cui l’immancabile Mona Lisa e L’ultima cena.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience
L’opera di Warhol in originale

Per concludersi con la visione dal vero del capolavoro The Last Supper di Andy Warhol, l’opera con cui nel 1986 il padre della Pop Art reinterpretò il capolavoro leonardesco.

The genius experience: la visita con i bambini

I bambini sono i benvenuti e la formula “visiva” della mostra è ben accolta da loro. Si sa…sono loro i primi ad amare la tecnologia e le immagini interattive.

Leonardo-&-warhol-the-genius-experience

Inoltre, vengono organizzati degli speciali laboratori con loro che li coinvolgono ed educano all’arte! Immagini, animazioni in 3D e colorati disegni…guardate qui il calendario!

The genius experience: altre attività

Le attività organizzate da Milano card per questo evento sono davvero tante. Le più originali sono sicuramente la cena all’interno della mostra ogni weekend e l’immersione con musica dal vivo che ne esalta davvero la visita!

The genius experience: informazioni pratiche

DOVE: Milano, Cripta di Santo Sepolcro (ingresso da piazza Santo Sepolcro)

QUANDO: Dal 1 Marzo al 30 Giugno 2019

ORARIO DI VISITA:

  • dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 20.00
  • i lavori di restauro in Cripta sono visitabili dal martedì al venerdì dalle 17.00 alle 20.00, il sabato e la domenica tutto il giorno

BIGLIETTI ED INGRESSI:

  1. Intero : 12€
  2. Ridotto (over 65; under 25; studenti; possessori MilanoCard; Gruppi +16 pax;  convenzione Trenord) : 10€
  3. Visitatori con biglietto di accesso alla Veneranda Pinacoteca Ambrosiana: 5€
  4. Gratuito: bambini under 5
  5. Ridotto II (scolaresche; bambini under 10) : 5€
  6. Famiglie (2 adulti + almeno 1 bambino over 5) : 29 €

Post scritto i collaborazione con Milano Card

TOPOLINO IN MOSTRA A DESENZANO

mostra-topolino-desenzano

Topolino in mostra a Desenzano del Garda per festeggiare i suoi 90 anni!

La scorsa domenica abbiamo deciso di fare un giretto a Desenzano del Garda. Il tempo era bellissimo ed il lago è sempre stupendo d’inverno!

mostra topolino desenzano
Il lago visto dal Castello

I suoi panorami e scenari hanno accompagnato la  mia infanzia ed è uno dei luoghi che frequentavo spesso da piccola.

Per questo quando ho saputo che a Desenzano ci sarebbe stata la mostra per il compleanno di Topolino non ci ho pensato due volte ed ho convinto tutti ad andarci subito!

Mickey 90, l’arte di un sogno

L’evento si intitola : Mickey 90, l’arte di un sogno. E ci riporta al mitico Mickey Mouse, ovvero Topolino, personaggio dei fumetti e poi cartoni che ha riempito l’infanzia di tutti.

mostra-topolino-desenzano
Happy birthday Topolino!
Photo credit  http://www.graffiticreative.eu/mostramickey90/

Quest’anno compie 90 anni! Vi pensate?! Un personaggio molto longevo!

E’ nato dalla penna di Walt Disney proprio il 18 novembre 1928 ed è tutt’ora uno dei personaggi più amati di sempre.

mostra-topolino-desenzano
Fumetti in mostra

Ecco perchè Federico Fiecconi, ideatore e curatore della mostra come esperto di Disney, ha deciso di portare in una location d’eccezione tantissimi materiali riguardanti la sua carriera.

La mostra di Topolino rientra nelle iniziative ufficiali organizzate da The Walt Disney Company.

La nostra visita

Il castello di Desenzano ospita questo evento nelle sue sale. E’ un posto molto suggestivo, un castello medioevale situato sulla collina che domina il lago, con la sua storia e le sue sale.

mostra-topolino-desenzano
L’ingresso al castello

La biglietteria si trova all’esterno, per questo vi consiglio di armarvi di un po’ di pazienza perchè la fila non scorre velocissima ma i biglietti al momento non sono disponibili on line.

mostra-topolino-desenzano

Vi lascio una dritta però…se scaricate l’app Experience gate sul cellulare vi arriverà uno sconto di 2,00 euro sul biglietto!

Fatto il ticket, l’ingresso è scaglionato. La mostra non è grandissima e, giustamente, per permettere a tutti di visitarla bene, fanno entrare le persone a gruppi di una trentina circa. Per cui se ci andate con i bambini cercate di scegliere orari più tranquilli altrimenti le file sono due!

Cosa troviamo all’interno?

Appena entrati ci accoglie una statua di Topolino che ci dà il benvenuto! Poi la mostra si articola in due sale inferiori ed un percorso nella parte superiore del castello.

mostra-topolino-desenzano
L’ingresso

Troviamo molti fumetti, disegni, schizzi e bozze sia create per il cinema d’animazione sia per i giornalini a fumetto.

mostra-topolino-desenzano
Fantasia

Alcuni video e poster cinematografici e tantissimi oggetti che ci parlano di Topolino dal 1928 ad oggi.

mostra-topolino-desenzano
Fil mdi Topolino

Molti sono i pezzi esposti creati da disegnatori famosi e da Walt Disney stesso! Addirittura c’è un disegno autografo di Walt Disney!

Tra i cimeli principali, i disegni del primo corto Disney Steamboat Willie e quelli dell’Apprendista stregone, ma anche i Topobolli di Giorgio Cavazzano, il più grande artista Disney in attività.

Le attività per i bambini

Per coinvolgere i più piccoli, al piano superiore, è stato allestito uno spazio con dei cavalletti per quadri dove Disney in collaborazione con Kinder organizza dei workshop di disegno fumettistico.

mostra-topolino-desenzano
Art class by Kinder e Disney

Noi abbiamo partecipato la domenica pomeriggio ed è stato molto divertente osservare il folletto disegnare con impegno il suo personaggio preferito e poi farselo autografare da un fumettista Disney!

I workshop infatti sono tenuti da personaggi noti. Il nostro “maestro” è stato Fabio Celoni, storico fumettista di Topolino!

La festa per il compleanno di Topolino

Domenica era proprio il suo compleanno ed abbiamo avuto l’occasione di tagliare la torta e spegnere le candeline tutti insieme!

mostra-topolino-desenzano
La torta per Topolino

La nostra impressione

Sapete che, come sempre, ci piace lasciarvi una nostra personale recensione sulle mostre. Che sono sempre MOSTRE…per cui possono risultare un po’ noiose per i più piccoli!

Questa è davvero carina sia se avete figli appassionati di fumetti sia di cartoni animati. Certo…le teche sono piene di oggetti da collezionismo che dovrete spiegargli ben bene soprattutto se non sanno ancora leggere!

Altro discorso è per i workshop organizzati che meritano davvero! In alcune date oltre ai fumettisti ci sono anche delle proiezioni nella sala cinema che coinvolge sempre molto i bambini.

mostra-topolino-desenzano

I bambini sono sempre talmente imprevedibili che tutto può risultare una magia! 

Informazioni pratiche

La mostra è allestita presso il Castello medioevale di Desenzano del garda, in provincia di Brescia e si terrà dal 10 novembre 2018 al 10 febbraio 2019.

Gli orari al pubblico sono: Venerdì, sabato e domenica dalle 9 alle 18, mentre in settimana la mostra rimane chiusa.

Il tempo di visita è di circa 1 ora, eventi esclusi.

Per gli eventi per bambini controllate orari e posti disponibili qui.

Per informazioni su aperture straordinarie o eventi potete chiamare il comune Tel.: 030 9994161 o mandare mail a cultura@comune.desenzano.brescia.it oppure sul sito dell’evento.

Il costo del biglietto è di 8 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini fino ai 12 anni. 
Bambini fino a 1,2 metri, over 65, portatori di handicap: ingresso gratuito. Tante convenzioni per i ridotti con Trenord, Rinascente card ed altri partner.

TUTTE LE FOTO DEL PRESENTE ARTICOLO SONO STATE SCATTATE DA ME PRESSO IL LUOGO DELL’EVENTO.

MILANO, UN GIORNO IN CITTA’!

MILANO CON BAMBINI

Una giornata a spasso per Milano facendoci guidare dal folletto e dalla sua speciale mappa!

Qualche ora di lavoro a Milano…il folletto a casa da scuola…perché non approfittarne?

Prendiamo il treno veloce da Vicenza, e già comincia l’avventura!

Una mappa speciale

Abbiamo una mappa super, fatta apposta per noi! Quella di italyforkids!

Ci indica tutte le cose imperdibili da fare in città e ci lascia anche qualche gioco da fare per non annoiarci e degli stickers da attaccare per segnare le cose viste! Ci serve solo una penna!

mappa-milano-italy-for-kids

10 cose da fare con i bambini

Cominciamo con le 10 cose da fare, dirigendoci al Duomo e cercando l’immancabile Madonnina dorata!

milano-for-kids

Il Duomo si staglia alto nel cielo e le sue guglie sono stupende anche se la giornata è fredda e ventosa. Saliamo sulla cima…che fatica! Un sacco di gradini ma la vista ci ripaga.

E poi non possiamo perderci la vista della Madonnina del Duomo!

Una passeggiata in galleria Vittorio Emanuele perché dobbiamo fare i 3 giri sulle leggendarie “palle del toro” per esaudire tutti i nostri desideri e poi di corsa sotto la Loggia dei Mercanti dove giochiamo con l’eco!

La nostra voce rimbalza da un lato all’altro ed è divertente guardare la gente che ci guarda sorridendo, come se fossimo due pazzi!!

Ci facciamo anche un tour sulla Highline Galleria, la conoscete? Ne avevo scritto un articolo qui.

Giretto poi, nel triangolo della moda che mamma folletta apprezza molto…e poi pausa pranzo da Eataly.

Il tram…che emozione!

Decidiamo di fare un pezzetto di strada in tram, ma quello storico a fili elettrici che ci porta fino al Castello Sforzesco.
E qui inizia la caccia al Biscione…quanti ne troveremo in giro per la città? Eccone uno! 🙂

castello-sforzesco-milano

Altra sfida…”bevi ad una fontanella senza aver paura del drago verde!”

Paura noi? Mai! 🙂

fonatna-milano


Una pausa gioco al Parco Sempione cercando il ponte delle Sirenette…

parco-sempione-milano

e poi di corsa al Cenacolo di Leonardo! Qui è d’obbligo la prenotazione e rinunciamo alla visita, ma ci riposiamo nel bellissimo chiostro delle rane immersi tra gli ulivi!

Un percorso ricreativo e divertente da seguire, ricco di stickers e giochi da fare sulla mappa!

Una bellissima giornata mamma e figlio!

Una giornata fantastica la nostra! Tantissime cose da fare e da vedere!
Milano vale sempre la pena, in tutte le stagioni, ma quella perfetta per noi è sicuramente l’autunno!

Avete mai pensato di utilizzare la Milano Card per usufruire degli sconti sulla visita di Milano?

Ne abbiamo parlato in questo articolo!

Le foglie cadono rendendo i parchi umidi e colorati e nel weekend la gente passeggia rilassata.

Alla prossima avventura folletta ragazzi!