NAPOLI, itinerario di 3 giorni con bambini

itinerario-di-3-giorni-a-napoli-con-bambini

Inserita recentemente tra le città imperdibili da vedere nel 2020 da Lonely Planet e città patrimonio UNESCO, Napoli ci accoglie con le sue mille contraddizioni.

Una città vulcanica, piena di vita ma anche polverosa, trafficata e sporca. Un mix tra modernità e storia, dove i sui abitanti chiassosi e innamorati ce l’hanno fatta vivere a 360°! Insomma un weekend assolutamente consigliato, se non altro per assaggiare tutte le specialità che già vi abbiamo consigliato qui!

Napoli, cosa vedere in 3 giorni

Se vi facessi l’elenco di tutto ciò che c’è da vedere a Napoli, non vi basterebbe una settimana per girarla tutta!

Il detto dice “Vedi Napoli e poi muori”…beh…ecco noi non moriremo di sicuro perché con tutto quello che abbiamo lasciato da vedere non ci basterà un’altra visita!!!

itinerario-di-3-giorni-a-Napoli-con-bambini
I mitici cornetti anti-jella

Finché preparavo l’itinerario infatti, continuavo ad aggiungere cose rendendomi conto che non sarei mai riuscita a vederle tutte!

Ho scelto quindi di visitare le cose principali creando un itinerario di 3 giorni a Napoli con bambini cercando di coinvolgere loro e tenendo mezza giornata per la visita di Pompei, che sognavo da tempo.

Primo giorno

Pompei

A Pompei ho dedicato un articolo a parte, che vi linko qui, vista la complessità della visita e delle cose da vedere.

Vi basti sapere che abbiamo dedicato a Pompei quasi una giornata intera, rientrando su Napoli verso le cinque del pomeriggio.

Via Toledo

Scendiamo alla fermata Toledo che merita una menzione per esser stata citata dal “The Daily Telegraph” come la stazione metro più bella d’Europa ed effettivamente ne ho viste poche di così!

itinerario-di-3-giorni-a-Napoli-con-bambini
Il soffitto della stazione metro Toledo a Napoli

Percorriamo un pezzo della lunghissima Via Toledo, una strada commerciale e percorsa per lo più da famiglie, turisti e studenti. Ricca di negozi ma anche di incredibili porticati che nascondono palazzi storici.

Il nostro itinerario di 3 giorni a Napoli con bambini prosegue con la visita di

Santa Chiara

La chiesa di Santa Chiara è di stampo gotico e custodisce le tombe degli Angioini. Da vedere qui il chiostro delle Clarisse con le sue maioliche inestimabili. Ingresso al chiostro a pagamento.

  • santa-chiara-napoli
  • santa-chiara-napoli

Piazza del Gesù nuovo

Di fianco a Santa Chiara è la piazza che introduce al centro storico più vero. Le sue antiche vie pullulano di scooter, cappelle votive e tesori nascosti…insomma una gran confusione ma siamo a Napoli, no?!

via-toledo-napoli
Via Toledo

Qui vicino l’Università che si affaccia su Corso Umberto I ed il rettifilo, mentre verso sud troviamo i quartieri spagnoli.

Quartieri spagnoli

Le vie dei Quartieri Spagnoli sono la vera Napoli con festoni di panni stesi, vociare di gente e venditori di cornetti rossi.

Noi li abbiamo attraversati in serata, fermandoci a mangiare da Nennella, una tipica trattoria dove il folklore regna di casa!

quartieri-spagnoli

Secondo giorno

Il nostro secondo giorno dell’itinerario di 3 giorni a Napoli con bambini lo dedichiamo ad un’esperienza unica.

Piazza San Gaetano e Napoli sotterranea

La giornata comincia dalla visita di Napoli sotterranea che vi ho già raccontato in questo articolo.

Da vedere è anche la piazza che ospita l’ingresso a Napoli sotterranea, Piazza San Gaetano, con le sue colonne del tempio di Dioscuri.

Spaccanapoli

Cuore pulsante della città, separa Via Toledo e Via Duomo, ospita la statua del Dio Nilo ed anche un tempietto dedicato al mitico Maradona (all’interno del bar Nilo) che è impossibile non visitare!

itinerario-di-3-giorni-a-Napoli-con-bambini
Tempietto dedicato a Maradona

San Gregorio Armeno

La celebre via dedicata ai Presepi “alternativi” ed ai cornetti anti-malocchio che affascinerà i più piccoli.

san-gregorio-armeno
Presepi celebri di San Gregorio Armeno

Cappella di San Severo

Se siete riusciti a prenotare siete nella zona giusta per visitare il Cristo Velato di cui vi avevo già parlato qui.

Una visita imperdibile soprattutto per la cappella di San Severo che per i bambini è un tesoro di enigmi e scienza.

Dopo una pizza fritta dal Presidente, ammirate Banksy all’uscita ed il suo storico murales.

itinerario-di-3-giorni-a-Napoli-con-bambini

e passeggiando per via dei Tribunali non perdetevi Pulcinella, personaggio chiave del tetro napoletano, nonchè celebre maschera!

pulcinella-napoli

Galleria Umberto I, teatro San Carlo e Palazzo reale

Piazza del Plebiscito con la sua forma semicircolare dà spazio al Palazzo reale ed al Teatro San Carlo. Non li abbiamo visitati all’interno ma abbiamo proseguito su Galleria Umberto I per prendere la funicolare per il Vomero.

galleria-umberto-i-napoli
Galleria Umberto I

Castel Sant’elmo ed il Vomero

Napoli merita una vista dall’alto e Castel Sant’Elmo sul Vomero è un punto ideale. Salite come noi dalla funicolare di fronte a Galleria Umberto I e vi ritroverete in Piazza Vanvitelli, nel centro del Vomero.

Un quartiere decisamente borghese, con tante ville in stile Liberty ed una vista mozzafiato sul golfo di Napoli.

La funicolare è simpatica da fare con i bambini che si divertiranno!

castel-sant-elmo
Castel Sant’elmo

La nostra serata si conclude con una pizza da Brandi ed una passeggiata con visita al Maschio Angioino.

Castel Nuovo

Sede del Museo Civico e storica fortezza degli Angioini, fa un po’ da collegamento tra il porto ed il centro.

itinerario-di-3-giorni-a-Napoli-con-bambini
Castel Nuovo

Terzo giorno

Duomo

La nostra ultima giornata è dedicata al Duomo con la sua bianca facciata quasi anonima all’esterno ma ricchissima all’interno.

duomo-napoli

Le reliquie di San Gennaro si trovano nella cappella mente l’ostensorio con il suo sangue viene presentato solo in alcune occasioni.

Ma come non ricordarsene? Se il miracolo non avviene è presagio di sventura! Quindi via ai cornetti rossi!

…tantissime cose ci aspettano ancora a Napoli…ad esempio il Cimitero delle Fontanelle, passeggiare per il lungomare, il bellissimo museo archeologico e tanto, tanto altro ancora…ma come vi ho detto, bisogna sempre lasciare qualcosa da vedere per tornare ancora in un posto…ed ecco qui…Napoli aspettaci! Arriviamo presto!

Info generali

Per informazioni turistiche rivolgetevi all’Ente turistico di Napoli che vi saprà dare informazioni e consigli.

Per dormire noi abbiamo prenotato un alloggio su Booking.com, un appartamento in zona Spaccanapoli per immergerci il più possibile nella cultura locale come facciamo di solito! La zona è un po’ rumorosa ma se vi spostate verso il centro trovate varie soluzioni a prezzi accettabili.

Per mangiare Napoli non fa testo! Mangiate ovunque, qualsiasi cosa a qualunque ora del giorno! Ma se volete approfondire vi lascio il nostro articolo su Dove mangiare a Napoli.

19 risposte a “NAPOLI, itinerario di 3 giorni con bambini”

  1. Adoro Napoli. Ci sono stata un paio di volte, ma per troppo poco tempo. Spero di fare il mio OTR il prossimo anno, con costiera amalfitana e almeno 4 giorni a Napoli città. Voglio vedere tutto e assaggiare tutte le sue prelibatezze!

  2. Leggendo questo post mi hai fatto capire che ho fatto una sciocchezza a non andare a Napoli questo Natale. Era una delle idee e poi mi sono fatta convincere a scegliere un’altra meta. Ma a primavera ci andrò sicuramente. Ho voglia di visitarla e di visitare anche la Napoli Sotterranea, che mi dicono essere splendida.

    1. E’ incredibile e vederla ti immerge in una realtà davvero parallela!

  3. Leggendo il tuo articolo mi sono resa conto di quanto mi manca ancora da vedere a Napoli. Noi avevamo dedicato una giornata a questa città e purtroppo è impossibile visitarla in poco meno di 24 ore. Tornarci è assolutamente d’obbligo!

    1. In tre giorni ci manca ancora tantissimo!

  4. Non sono mai stata a Napoli ma è una di quelle città che vorrei visitare da tempo; sicuramente prima o poi riuscirò ad organizzare un viaggetto e prenderò sicuramente spunto dai tuoi utili suggerimenti a misura di bimbo.

    1. Grazie Helene!

  5. Da troppo tempo non passo da Napoli! Il tuo articolo mi fa davvero salire tanta nostalgia, questa città ha un’anima davvero genuina e ricca di tanta, tracotante bellezza!

  6. sheila s atrendyexperience dice: Rispondi

    Davvero interessante la vostra esperienza. Che belle cose che avete fatto, io ci vengo poco ma quando lo faccio ho i miei zii ad accoglierci e portarci in giro!

    1. Bello, così vedi cose sempre diverse!

  7. Trovo che Napoli sia sempre a dir poco grandiosa. L’unica pecca, per me, è che tutte le volte che vado lì ci resto troppo poco.

    1. Idem, la devo rimettere in lista!

  8. Ho visitato Napoli sempre troppo di corsa: mi piacerebbe tornarci per ammirare con più calma la città e, visto come è andato quest’anno, per comprarmi anche un bel cornetto rosso portafortuna!

    1. Pensa che io l’ho comprato e mi si è rotto!!! Hahahah! Chissà che finisca sto 2019 va!

  9. Brava! Un ottimi itinerario nella mia bella Napoli :*

  10. Grazie per aver condiviso il tuo itinerario! Tanti spunti utili per una toccata e fuga napoletana che io continuo a rimandare… chissà che il 2020 non sia l’anno giusto!

  11. Cristina Giordano dice: Rispondi

    Adoro andare a Napoli abbastanza spesso così da scoprire i suoi tesori ancora sconosciuti a me, alcuni luoghi non li conoscevo ancora, grazie delle info

  12. Dovrei andare a Napoli in primavera e con noi ci sarà mio nipote di 10 anni, penso sarà una bella esperienza anche per lui!

  13. Stupenda Napoli, stupenda.
    Ci sono stata lo scorso novembre e mi piacerebbe tornarci ancora e ancora. La sua ricchezza artistica, culinaria, umana mi sono rimaste addosso e un weekend lungo è davvero troppo poco per godersela tutta. Ci sono ancora un sacco di musei e palazzi storici che vorrei visitare!

Lascia un commento