NAPOLI SOTTERRANEA, oltre la città

visitare-napoli-sotterranea

Napoli è una città che mi ha molto affascinato e visitare Napoli sotterranea è stata una delle cose più emozionanti di tutto il weekend, insieme alla visita del Cristo Velato di cui vi ho già parlato.

Dove si trovano le gallerie

Il percorso di visita parte dalla Piazza San Gaetano, una delle piazze centrali della città, nella zona di Spaccanapoli.

napoli-sotterranea-ingresso
L’ingresso

Il ritmo in questo quartiere è frenetico e viverlo è una delle cose più belle di Napoli! Gente che vocifera a voce alta, ambulanti e venditori dei classici cornetti rossi, persone che passano con la spesa, bambini che giocano…insomma la vera VITA di un quartiere.

Alzando gli occhi però si trovano portoni antichi, chiese e palazzi d’epoca e tutta una schiera di palazzi storici imperdibili.

La Piazza San Gaetano era l’ex foro della città romana e presenta ancora le due colonne del tempio di Dioscuri del I secolo, integrate ora alla facciata della chiesa di San Paolo.

Sulla sinistra si apre l’ingresso alla biglietteria per visitare Napoli sotterranea e le sue gallerie.

Visitare Napoli Sotterranea

Prima di partire per Napoli ho letto molti articoli di altri blogger sulla visita di questo posto, ma poi quello che ho trovato è stato molto superiore all’aspettativa!

Cunicoli sotterranei, gallerie e bacini d’acqua ma anche giardini sotterranei, cimeli della guerra ed un teatro romano davvero incredibile.

Più di 200 km di gallerie scavate nel tufo, usato come materiale da costruzione, poi utilizzate come acquedotto e come tunnel durante la guerra.

I cunicoli

Purtroppo ho un brutto difetto: soffro di claustrofobia! Temo gli spazi chiusi ed i sotterranei…beh..meglio non parlarne!

Ma per questa visita ho cercato di vincere le mie paure e concentrarmi sulla bellezza del posto, oltre che affidarmi ai miei validi compagni di viaggio, marito e folletto!!!

visitare-napoli-sotterranea
I cunicoli di Napoli sotterranea

La visita è guidata, per cui una persona incaricata vi aspetterà all’inizio del percorso e vi accompagnerà attraverso i cunicoli.

La prima parte scende 150 gradini circa per giungere a 40 metri di profondità e attraversa le gallerie scavate nel tufo ed usate come “discarica” dagli abitanti del posto. Questi infatti gettavano l’immondizia dentro i pozzi per liberarsene.

Le gallerie furono poi cementificate durante la guerra per poter essere usate come rifugio di protezione durante i bombardamenti.

Ci sono molti oggetti bellici raccolti ed anche oggetti di vita comune come tanti giocattoli lasciati dai bimbi che si sono rifugiati qui.

visitare-napoli-sotterranea

La seconda parte della visita ci fa percorrere un cunicolo davvero stretto con le candele in mano…o meglio…con il telefono in mano per non inciampare!

Un percorso davvero avventuroso che i bambini hanno adorato! Le camminate ed i percorsi sotterranei affascinano moltissimo!

I bacini dell’acquedotto e l’orto ipogeo

I bacini idrici, usati dai patrizi come fonte di approvvigionamento di acqua potabile, sono davvero incredibili.

L’acqua è cristallina e la luce che vi si rifrange crea un’atmosfera d’altri tempi.

acquedotto-napoli-sotterranea
I bacini dell’acquedotto

Gli alunni dell’Università Federico II di Napoli hanno poi partecipato ad un progetto per ricreare un giardino sotterraneo.

orto-ipogeo-napoli-sotterranea
Orto ipogeo

Il microclima qui sotto è caratteristico, umidità e temperatura sono controllate tutto l’anno ed il giardino cresce e si alimenta in modo autonomo.

Il teatro Greco-romano

Dopo la visita ai sotterranei si transita attraverso la Chiesa di San Paolo e tramite Vico Cinquesanti si entra nel vano di una casa privata dove la signora scoprì i resti dell’antico teatro Greco-romano.

Il teatro era molto esteso ed è incredibile e pittoresco vedere come le sue mura si snodino tra gli ambienti di più cantine delle case private.

Visitare Napoli sotterranea, biglietti e orari

Purtroppo il biglietto non si può prenotare per cui è possibile che troviate molta fila all’ingresso, soprattutto nei giorni festivi o durante i ponti e le festività.

La fila è comunque gestibile e abbastanza veloce perché i gruppi partono con cadenza regolare e con circa 25 persone alla volta, per cui vi consigliamo seriamente di attendere.

Se volete il biglietto è acquistabile on-line ma non avete priorità d’accesso.

La visita dura circa 2 ore.

Il tour è disponibile anche in inglese.

Gli orari sono:
Dal Lunedì alla Domenica alle 10:00, 11:00, 12:00, 13:00, 14:00, 15:00, 16:00,17:00 e 18:00.
Giovedì sera alle ore 21:00.

Si consiglia di indossare scarpe comode e una felpa nei mesi estivi. I percorsi stretti, come i cunicoli, sono assolutamente facoltativi

Si ringrazia Napoli Sotterranea per la visita. Post scritto #incollaborazione con Napoli Sotteranea.

6 risposte a “NAPOLI SOTTERRANEA, oltre la città”

  1. Io durante il mio soggiorno a Napoli sono stata alla Galleria Borbonica, questi percorsi sotterranei sono davvero molto suggestivi.

    1. Molto bella anche quella!

  2. Cristina Giordano dice: Rispondi

    Ciao , io ho visitato l’altra Napoli Sotterranea, con entrata nei pressi del Palazzo Reale. Napoli è tutta bucata, come disse la mia guida ed è meraviglioso riscoprirne le bellezze e la storia

    1. Sai che non sapevo esistesse? Grazie della dritta!

  3. Sono diversi anni che cerco di partecipare ad una visita guidata per la Napoli sotterranea. Credo che andrò da sola, perché mia figlia ha paura di infilarsi nei cunicoli bui, e mio marito e claustrofobico. Mi organizzerò con un amica!

    1. Io sono claustrofobica al massimo, mi sono vinta…ed è stato fantastico!

Lascia un commento