Uno dei trekking che ci piace sempre ripercorrere è quello che si trova in Val di Non e porta all’eremo di San Romedio. Un posto incastonato tra canyon e rocce, bosco e ruscelli, natura e religione.

Una gita adatta a tutti, con un sentiero da fare anche con i bambini fino all’eremo di San Romedio.

In quale paese si trova il Santuario di San Romedio

Il Santuario di San Romedio è uno dei più caratteristici eremi d’Europa. Sorge in Val di Non, vicino al paese di Sanzeno, sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri. 

Come si arriva al Santuario di San Romedio

All’eremo si può arrivare in due modi:

  1. In auto, da Sanzeno si attraversa la piazza e si prende la stradina che attraversa i campi di mele e la valle e si risale dopo circa 3 km, nella strada segnalata. Seguendo le indicazioni per il parcheggio, si accede poi con un breve tratto a piedi.
  2. A piedi, attraversando il fantastico Sentiero nella roccia. Sempre partendo da Sanzeno si seguono le indicazioni per il sentiero (non per il Santuario!) e attraversando il canyon si giunge a destinazione.

Il sentiero nella roccia

Il sentiero nella roccia è stato ricavato da un ex-acquedotto realizzato nella metà del 1800 per irrigare la valle.

Ora è tutto transennato e stabilizzato per cui percorrere il sentiero fino a San Romedio con bambini è assolutamente semplice ed in sicurezza.

sentiero-san-romedio-bambini

La strada è tutta in piano, tranne la parte iniziale con una breve salita tra i meleti della Val di Non e la parte finale con la scalinata di accesso al Santuario.

Il tempo di percorrenza è di circa 1 oretta attraversando boschi, torrenti, meleti e panorami incredibili.

Un altro trekking entusiasmante al Santuario?

Leggi la nostra esperienza a madonna della corona

Il Santuario di San Romedio

Il Santuario di San Romedio è formato da cinque piccole chiesette sovrapposte, tutte costruite su uno sperone di roccia e unite tra loro da una lunga scalinata.

La scalinata è formata da 131 gradini, di larghezza ampia in ingresso, ma molto stretti in cima. Qui dovrete fare un po’ di attenzione a non scivolare!

scalinata-santuario

Le chiesette hanno stili diversi. Alcune sono allo stato attuale delle cappelle.

La prima chiesa sorse intorno al 1000 d.C. sulla sua tomba, tutt’ora presenta all’interno del Santuario. Nel 1500 si susseguirono le costruzioni delle altre chiesette, dedicate a San Giorgio, San Michele, San Romedio fino alla chiesa dell’Addolorata Vergine.

All’interno del Santuario sono custoditi molti ex voto.

Nella prima chiesa di san Romedio si trovano affreschi raffiguranti la Madonna con Bambino, l’Ultima Cena e una serie di angeli e santi, mentre nella seconda chiesa la pala dell’altare raffigura l’antico eremita con l’orso al guinzaglio, mentre gli affreschi delle pareti raffigurano i dodici apostoli, l’Annunciazione e l’Assunzione della Madonna.

San Romedio, il santo con l’orso

Romedio visse tra il 400 ed il 500 d.C. in queste zone. La leggenda narra che, dopo un pellegrinaggio a Roma, si spogliò di ogni suo avere e si ritirò in questi boschi.

Un giorno, dovendosi recare a Trento in pellegrinaggio, fece sellare il cavallo ma lo ritrovò sbranato da un orso. Senza scomporsi, Romedio fece sellare l’orso, il quale docilmente si lasciò mettere la sella, conducendo poi Romedio fino a destinazione.

Questa storia è raccontata da un orso in legno che si trova in ingresso.

orso-san-romedio

L’orso Bruno del santuario

Il santuario domina un orrido che è attraversato da un torrente e da bellissimi boschi.

orrido-val-di-non

Vi ricordate cos’è un orrido?

Venite a scoprirlo qui, alla Cascata Brazzavalle

Qui, nel recinto, vengono periodicamente custoditi degli orsi in cattività. 

Da marzo 2013 nel recinto vive Bruno, un esemplare di orso bruno dei Carpazi sequestrato ad un privato che lo deteneva illegalmente.

Bellissimo cercarlo con i bambini, anche se con il caldo che c’è ora d’estate non si fa vedere spesso!

Sentiero San Romedio orari di apertura

L’eremo è aperto tutto l’anno con i seguenti orari:

Da Ottobre ad Aprile9.00 – 17.30
Maggio, Giugno e Settembre9.00 – 18.00
Luglio ed Agosto8.30 – 19.00

L’ingresso è gratuito.

Per quanto riguarda il sentiero, viene chiuso nel periodo invernale per presenza di ghiaccio e neve. I periodi migliori per percorrerlo sono sicuramente la primavera e l’autunno.

Essendo un luogo religioso, si raccomanda un abbigliamento decoroso.

Le messe ed i ritiri spirituali sono disponibili in orari prestabiliti. Per tutte queste info contattate il sito del Santuario.

Condividi questo articolo
  • 3
    Shares

Leave a comment