LA CICLABILE SAN CANDIDO-LIENZ: UNA GITA CON I BAMBINI

La ciclabile San Candido Lienz

Un weekend in val Pusteria

Capita spesso in estate che le temperature afose della pianura padana ci facciano scappare al fresco e la nostra prima scelta è sempre la Val Pusteria.

Una valle incantata tra monti e vette altissime e laghi e fiumi di montagna, tante passeggiate da fare e mille attività per coinvolgere i bambini.

La ciclabile della Drava

Oggi vi portiamo nella nostra ciclabile preferita, la San Candido- Lienz.

Allacciate il caschetto e salite in sella, partiamo!

La ciclabile della Drava

La ciclabile San Candido –Lienz è una pista per famiglie che si snoda tra cittadine e boschi dell’alta Pusteria per circa 45 km…sì…so cosa state pensando!!! 45 km in bici??? Io non sono mica allenata!!! Don’t worry…nemmeno io…oltretutto non sono propriamente amante della bicicletta come mezzo di trasporto per cui sappiate che se ce l’ho fatta io ce la potete fare anche voi!!!

Heinfels vista

Folletto e papà non hanno nemmeno sentito la fatica, in quanto la pista è quasi sempre in discesa, il dislivello è di 500 mt a nostro favore ed i panorami ripagano della fatica. Le soste sono frequenti perché ci sono molte attività per i bimbi lungo il tragitto e tantissime cose da vedere.

Panorami su San Candido

Partiamo da San Candido in una mattina di luglio non proprio tersa…ma forse meglio così…il troppo sole ci avrebbe reso l’impresa faticosa…per cui vada per il tempo nuvoloso!

Organizzare la giornata

Affittiamo le biciclette in stazione presso Papin Sport che risulta essere super esperto in questo genere di attrezzatura. Consegniamo un documento per il contratto, scegliamo le biciclette e paghiamo il noleggio con riconsegna a Lienz. Ci danno pure una bottiglietta d’acqua in dotazione.

A spasso per la ciclabile

La scelta delle biciclette è la cosa più importante a mio parere. Io ho preso una Citybike con le marce mentre il folletto ed il papi una mountain bike più strutturata. Obbligo del caschetto per gli under 14 che noi avevamo portato da casa, altrimenti lo potete noleggiare, e quasi obbligo  per me del cestino porta-zaino!!

Tenere lo zaino in spalla troppe ore fa sudare ed aumenta la fatica, quindi ho portato con me una bustina con gli strappi da attaccare sul manubrio della bici per avere sotto mano telefono e macchina fotografica, mentre il resto dell’attrezzatura l’ho appoggiato nel cestino! Scelta azzeccata, anche perché come ben sapete noi mamme dobbiamo essere pronte ad ogni evenienza e quindi ho stoccato tutto il necessario imprevisti nello zaino!

Lungo il percorso…

Attraversiamo velocemente San Candido e Versciaco, dove c’è la partenza della funivia per il monte Elmo che avevamo già visitato in precedenza, e facciamo la nostra prima sosta a Prato alla Drava, per dare da mangiare alle caprette.

Il distributore di cibo per le caprette

Lungo la ciclabile infatti, ci sono delle macchinette che vanno ad 1 euro dove poter comprare crocchette o cibo secco per gli animaletti del bosco, portate via un bicchiere di plastica o una salviette in cui raccoglierle e le caprette saranno le vostre migliori amiche!

Le caprette

Welcome to Austria!

Attraversiamo il confine di stato per entrare in Austria e subito il paesaggio cambia, da strade che si snodavano nelle cittadine del Tirolo a stradine tra i boschi e gli alberi altissimi! La nostra giornata fa sì che sia tutto un vestirsi e svestirsi perché all’ombra fa freddo al sole fa caldo…uff! Per fortuna non piove!

Amicizie lungo la strada

Nei pressi di Sillian c’è un parco avventura molto bello con molti gnomi ed animaletti, il Wichtelpark. Al suo interno ci sono un minigolf, il treno degli gnomi, una parete di roccia, il paese invernale degli gnomi e tanto altro ancora. Noi non ci fermiamo ma da fuori sembra proprio un bel posto da mettere in programma per una prossima gita!

Una tappa imperdibile:  LOACKER!

Dopo circa un’ora e mezza arriviamo alla nostra tappa top: Loacker! Ad Heinfels infatti, c’è una delle aziende produttrici di Loacker, i deliziosi wafer conosciuti in tutto il mondo. La visita è imperdibile! Vi è un museo che racconta la storia della creazione di questi biscotti ed anche uno store con un bar dove rifocillarsi, ma la cosa più bella in assoluto è la partecipazione al laboratorio per bambini.

Pasticceria interattiva Loacker

Loacker organizza dei mini corsi per bambini di pasticceria interattiva. Vi lascio qui la nostra esperienza.

Preparare le cialde, spalmarle di cioccolato ed assemblarle e poi tagliare i veri wafer è stato divertentissimo!

Laghetti sulla ciclabile

Rifocillati dai wafer ripartiamo in direzione Lienz e ci fermiamo per il pranzo poco più avanti. Troviamo un ristoro, Aigner Badl dove c’è perfino un percorso kneipp per rinforzarci le gambe tra acqua calda e fredda ed un bellissimo parco giochi…oltre alla classica wienerschnitzel per sfamarci!

Il Vitalpinum, la nostra scoperta!

Dopo la pausa la bici sembra più pesante ma proseguiamo ugualmente, troviamo uno stagno con girini e rane, una frana e tanti insetti da osservare. Arriviamo al Vitalpinum nel primo pomeriggio ed entriamo per una visita veloce. In realtà non può essere veloce perché è veramente un parco enorme.

Vitalpinum sulla Ciclabile. Photo credit : valpusteria.com

Vitalpinum è nato con lo scopo di farci scoprire con i 5 sensi le piante aromatiche ed officinali del Tirolo. Ci stupisce il giardino botanico, c’è perfino una mini seggiovia che ci porta su le scarpe finchè noi facciamo il percorso Kneipp. Si passa poi davanti a tante altre “stazioni” che ci fanno scoprire i vari aspetti della forza vitale della montagna.
Il Vitalpinum offre anche un simpaticissimo parco giochi per i più piccoli con tanto di roccia da arrampicata, recinti con la sabbia, giochi acquatici e gallerie da attraversare a piedi nudi….insomma…perdeteci almeno un’oretta! Noi lo segnamo nella lista delle cose da rifare in un’altra gita perché merita sicuramente più tempo!

Benvenuti a Lienz

Arriviamo a Lienz verso le 17,30 e lasciamo la bici in stazione per dirigerci a piedi verso il centro. Purtroppo è tutto chiuso perché è domenica ma la cittadina è davvero carina. La Hauptplatz ci permette di sederci a mangiare un gelato ma se siete amanti delle torte giganti austriache, questo è decisamente il posto che fa per voi!

Panni stesi a Lienz
Palazzo dell’Hauptplatz di Lienz

Ci perdiamo un po’ tra le stradine ed i negozietti e rientriamo in stazione per prendere il treno che ci riporterà a San Candido, stanchi ma soddisfatti della intensa giornata!

Il treno che ci riporta a San Candido

Info utili

Tanto per darvi un’idea dei tempi di percorrenza, noi siamo partiti alle 10 del mattino e rientrati verso le 18,30. Se volete fare l’esperienza in Loacker la prenotazione migliore per noi è quella delle 11,30-12. In ogni caso leggete qui per saperne di più!

Ristoro: Fate una bella colazione perché ci sono soste e bike bar ma non così frequenti. Se volete fare pranzo al sacco ci sono moltissime panchine attrezzate lungo la strada.

Cos’ho messo nello zaino? Gli indispensabili: poncho pioggia, cappellino e crema solare, un pile per vestirsi e svestirsi nella zona dei boschi.

L’acqua vi viene fornita mezzo litro a testa con l’affitto delle bici e ci sono tantissime fontane per riempire la borraccia.

Per info sul noleggio bici Papin cliccate qui, troverete prezzi e sconti. Se avete un lucchetto portatelo da casa…ma siamo in Austria difficilmente vi ruberanno la bici!

Il biglietto del treno lo trovate qui, ma lo potete fare in stazione a San Candido. La riconsegna si paga a Lienz ed è un costo escluso dal noleggio.

Se avete bambini piccoli ci sono i carrellini ma portatevi una copertina, se stanno fermi hanno freddo nel tragitto del bosco.

Macchina fotografica per immortalare gli splendidi paesaggi obbligatoria!

Se volete info sono qui per le vostre domande!

A presto,

Cristina

www.altapusteria.com/sport/estate-attiva/piste-ciclabili/ciclabile-san-candido-lienz
www.sudtirol.com/alta-pusteria/ciclabile-san-candido-lienz.htm
www.osttirol.com

14 Risposte a “LA CICLABILE SAN CANDIDO-LIENZ: UNA GITA CON I BAMBINI”

  1. Farei un grande sforzo e lavoro sulla mia paura delle due ruote e delle marce per potermi poi addentrare nei laboratori della loacker!!! Che sogno paesaggi verdi e cioccolata!

    1. In realtà Marina è quasi tutta a pendenza bassa! Scorrevolissima! e poi…Loacker merita!!!

  2. Che meraviglia! È in lista, forse riusciremo a portarci Luca il prossimo anno, impazzirà dalla gioia

    1. Di sicuro Monica! Il percorso è davvero stimolante ed interattivo, la fatica quasi non si sente!

  3. Ecco vedi una cosa così ben organizzata al sud non potrebbe mai esistere e lo dico da abitante del sud. In queste cose avete proprio una marcia in più!

    1. Ma voi avete tante altre cose….ad esempio la gita sull’etna che hai fatto era super!

  4. Sai che abbiamo in programma proprio un wek end da queste parti! e ti confesso che non vediamo l’ora di partire grazie per i consigli!

    1. Te la consiglio assolutamente! Va benissimo anche per i piccoli!

  5. Non ho un buon rapporto con la bici, ma questa ciclabile è davvero spettacolare!

    1. Nemmeno io Dani…ma questa è molto panoramica ed è facile da fare!

  6. Una pedalata non indifferente! Complimenti! E complimenti soprattutto a tuo figlio, i bimbi ci stupiscono davvero!

    1. E’ una bella pedalata…ma quasi tutta in discesa! 🙂

  7. Anche per noi quando si tratta di montagna la prima scelta è la val pusteria ed in particolare la valle di Casies. A Silian da non perdere per i più piccoli c’è anche il parco faunistico Assling!

    1. Anche noi adoriamo la Val di Casies! Non sapevo del parco faunistico! Altra cosa da metter in programma! Grazie

Lascia un commento