UNA PEDALATA IN FAMIGLIA SULLA CICLABILE DEL DELTA DEL PO

ciclabile-delta-del-po

La ciclabile che attraversa il delta del Po da Mesola e Goro per proseguire per l’Abbazia di Pomposa ed il boscone della Mesola. Un tour tra parchi, lagune, animaletti del bosco ed arte.

Inizia la Primavera e con lei tantissime giornate lunghe e profumate di fiori e libertà.

argine-ciclabile-delta-del-po

Quale modo migliore per inaugurare la stagione se non con una biciclettata in famiglia?Venite con noi a scoprire gli itinerari della ciclabile del delta del Po!

La ciclabile del delta del Po: itinerari

Come sapete io non sono molto amante della bicicletta, più degli itinerari a piedi, ma dato che gli altri membri della famiglia sono propensi alla pigrizia, pur di smuoverli cedo spesso alla bici ed al cicloturismo!

L’anno scorso abbiamo percorso la ciclabile di San Candido-Lienz che vi abbiamo già raccontato, mentre quest’anno abbiamo optato per una regione vicina a noi ma meno conosciuta per le ciclabili: l’emilia-romagna.

mappa-ciclabile-delta-del-po
Mappa della cilabile

Gli itinerari cicloturistici sono moltissimi in questa regione e li potete trovare sul sito dell’apt di riferimento. Percorsi lunghi, medi e brevi ma tutti caratterizzati dallo zero dislivello visto che si è in pianura padana.

Posti ideali per i bambini che si possono immergere nella natura pedalando da soli oppure su seggiolini o carrellini appositi.

I paesaggi sono molto vari: campi coltivati, boschi, lagune e mare. Il delta infatti, ospita delle oasi naturalistiche imperdibili come quella di Volano e la riserva naturale del Gran Bosco della Mesola, dove vive ancora il cervo autoctono.

Gli itinerari principali sulla foce del Po sono due:

  • Comacchio e le sue valli
  • Mesola e la sacca di Goro

Noi abbiamo percorso il secondo che ha come tappe principali:

  • il castello estense della Mesola
  • Goro
  • la riserva naturalistica di Volano
  • l’abbazia di Pomposa
  • la Riserva naturale Gran Bosco della Mesola

L’anello completo è lungo 52 km, quindi un po’ impegnativo per più piccoli! Noi ne abbiamo percorsi circa 35.

ciclabile-delta-del-po

La ciclabile del delta del Po: dove noleggiare le biciclette

Ci sono vari punti dell’itinerario dove si possono affittare le biciclette. Noi le abbiamo prese proprio al castello della Mesola, ma poi le trovate nei punti di Santa Giustina, Goro, Gorino e nel bosco della Mesola.

noleggio-biciclette-delta-del-po

La tariffa è di 3 euro all’ora oppure di 8 euro per mezza giornata, 12 euro per tutto il giorno.

Mi raccomando la sicurezza! I bambini -ma anche gli adulti- dovrebbero avere il casco!

Vi consiglio poi di portarvi uno zaino dove mettere dell’acqua, un cappellino e occhiali per il sole, crema solare e repellente per gli insetti…siamo in una laguna in fondo!

La ciclabile del delta del Po: dove mangiare

Vi consigliamo di spezzettare l’itinerario il più possibile se avete piccoli ciclisti con voi!

Questo sia per ridurre la stanchezza sia per gustare appieno il panorama!

Ci sono molti spazi per fare pic nic lungo il percorso, con tavolini e panchine.

Se invece siete pigri e disorganizzati come noi…troverete alcuni ristoranti lungo la via…ma prenotateli!!!

Noi siamo andati all’avventura ma era tutto pieno! Per fortuna abbiamo trovato un bar molto fornito che vi stra consiglio lungo la strada per volano, si chiama la Casa del pescatore.

ciclabile-delta-del-po-pranzo
Il nostro tagliere

Tra una piadina ed un tagliere ci siamo rifocillati e riposati!

La ciclabile del delta del Po: cosa visitare lungo il percorso

La nostra giornata è cominciata con la visita del Castello della Mesola, un’antica dimora degli Estensi, nata come tenuta di caccia di Alfonso II duca di Ferrara.

castello-della-mesola
Castello della Mesola

La pianta dell’imponente maniero è circondata da 4 torri e conservata molto bene.

All’interno ci sono tre piani in cui si possono vedere le sale dei piani nobili e le decorazioni dei soffitti perfettamente conservate; il terzo piano ospita una mostra sul cervo di Mesola e sulla sua riserva.

La nostra seconda tappa è stata Goro, patria della cantante Milva ( ve la ricordate?) ma anche di moltissimi scrittori e patrioti.

sacca-delle-vongole-goro
Goro

Goro è una cittadina di mare che si affaccia direttamente sulla laguna. La sacca di Goro è nota per le sue vongole e da qui partono moltissime escursioni in battello lungo il delta del Po.

ciclabile-delta-del-po
Scopriamo la laguna!

Una cosa che abbiamo tenuto per la prossima avventura!

Qui vicino c’è l’Oasi Cannevié Porticino, che fa parte della Riserva Naturale di Volano, ricchissima di specie animali tra cui i bellissimi fenicotteri!

ciclabile-delta-del-po
Oasi Cannevié Porticino

Il Gran Bosco della Mesola è la tappa successiva.

Un bosco delimitato da alberi, visitabile a piedi ed in bici.

ciclabile-delta-del-po
Bosco della Mesola

Sono possibili escursioni e visite guidate anche con un pulmino elettrico che noi ci siamo persi! Ma dicono ne valga assolutamente la pena!

Mi raccomando prenotate per tempo!

All’interno del parco della Mesola ci sono moltissimi cervi e daini, anche addomesticati e per i bambini è davvero wow!

valle-dei-daini-parco-sigurtà

Da qui una strada porta all’Abbazia di Pomposa.…altra tappa ache abbiamo tralasciato per non allungare troppo il percorso ma che faremo il prossimo giro!

Ultima chicca che vi segnaliamo è la Torre Abate, un torrione del ‘500 costruito a fini idraulici ma anche come torrione difensivo.

ciclabile-delta-del-po
Torre Abate

Qui attorno c’è tutto il parco fluviale con prati bellissimi dove correre ed un parco giochi!

Vi è piaciuto il nostro percorso? Lasciateci un commento!

E se volete scoprire qualche altra ciclabile insieme a noi iscrivetevi al nostro sito!

Cristina

8 risposte a “UNA PEDALATA IN FAMIGLIA SULLA CICLABILE DEL DELTA DEL PO”

  1. Un percorso bellissimo. Non è troppo lontano da noi e sono sicura che alle mie fanciulle piacerà moltissimo. Da tempo mi chiedono di tornare sul Delta del Po…chissà magari riusciremo ad andarci proprio in bici!

  2. Il Delta del Pò è davvero un luogo meraviglioso e, troppo spesso, sottovalutato. Conosco a tratti le piste ciclabili per un weekend di alcuni anni fa in houseboat. E’ un posto pieno di vita e di bellezza.

  3. Ma sai che mi hai dato proprio una bella idea? Tra l’altro avevo anche scritto un post sull’abilota comunicativa di un ristorante di Goro, chissà se era quello dove siete andati voi! L’unico problema è che mi mancherebbero assai le discese della San Candido Lienz!

    1. Eh si! Il percorso in piano è un po’ più faticoso!!!

  4. Ti ringrazio di questo tuo articolo, mi hai fatto ripensare a quando noi abbiamo fatto questo stesso giro in bici con i nostri tre figli. Sono passati 15/16 anni ma ricordo ancora la loro gioia.

  5. Che bel giro!! Grazie per l’itinerario dettagliato che hai condiviso, mi ha colpito molto l’Oasi Cannevié Porticino. Quasi quasi ci dedico una delle prossime domeniche 🙂

    1. E’ davvero bella, ci si possono fare anche giretti in barca!

  6. Molto bello e completo il tuo articolo: utilissimo! Ero stata sul Delta del Po da ragazza e mi piacerebbe tornare ora con i ragazzi, per ammirarlo e viverlo con occhi diversi!

Lascia un commento