LEGOLAND: giocare con i mattoncini a Berlino

Legoland-berlino

Legoland Discovery Centre Berlino, come organizzare la visita

Un viaggio in una capitale europea con i bambini può sempre essere piacevole, specie se i ritmi non sono troppo intensi ma tagliati a loro misura.

Noi di solito cerchiamo sempre di coinvolgere il folletto nella pianificazione del percorso di visita e lui riesce sempre a trovare qualcosa da fare che lo coinvolga! Dagli zoo ai musei, dagli acquari ai parchi di divertimento!

Nel nostro itinerario di 3 giorni a Berlino non abbiamo potuto perderci quindi, l’appassionante visita al Legoland Discovery Centre.

legoland-ingresso
L’ingresso di Legoland Berlino

Dove si trova Legoland a Berlino?

Il Legoland Discovery Centre di Berlino è uno spazio ricavato proprio sotto la piazza Potsdamer, raggiungibile in metro e bus da qualsiasi punto della città.

Qui sorge il nuovo quartiere direzionale nato dall’area un tempo attraversata dal muro. Centri commerciali, uffici, cinema e teatri ma anche musei e la Berliner Philarmonie.

Insomma un quartiere assolutamente innovativo e degno di nota anche solo per degustare una birra davanti al Sony Center tra i grattacieli altissimi!

Come è organizzata la visita a Legoland?

I bambini sono da sempre pazzi per le costruzioni LEGO ed immergerli in un mondo fatto di giostre, costruzioni, cinema ed intrattenimenti vari è sinonimo di divertimento assicurato!

Se avete già vissuto l’esperienza di visita ad un parco LEGO, come noi quando siamo andati in Baviera, saprete che i Parchi hanno zone interattive ma anche tante attrazioni.

Vi ricordate il nostro viaggio in Baviera? Leggetelo qui!

Qui a Berlino, la struttura è al chiuso ed organizzata su due piani.

legoland-berlino-mappa
Mappa del Legoland Discovery Centre

Il primo piano è dedicato alla costruzione minuziosa della città di Berlino, rappresentata in tutti i suoi monumenti storici, parchi ed attrazioni. L’installazione è interattiva: i bambini possono schiacciare pulsanti, comandare automazioni ed esplorare la città.

giocare-a-berlino

Il secondo piano è dedicato alle costruzioni con molti spazi liberi e tavoli con mattoncini per costruire. Il tutto però con un senso logico: costruisco la macchinina e la faccio giocare sulla pista, costruisco un Ninjago e lo faccio esercitare sul tappeto.

legoland-cinema

C’è poi un’area dedicata ad un cinema in 4D con visione di minifilm a tema Lego ed un‘area per gli spettacoli ad orari prestabiliti. Ci sono anche delle attrazioni eh! Un trenino dragone, una giostra volante di Mago Merlino ed altre giostre. Ma più che altro spazi per giocare con tappeti, percorsi e scivoli.

C’è anche uno shop ed un caffè-bar dove io e papà ci siamo bevuti un caffè.

Dove acquistare i biglietti

Il Discovery Centre apre alle 10 e chiude alle 19.

Vi consigliamo di calcolare almeno 2-3 ore di visita perchè la confusione è tanta! Ma la voglia di giocare di più!

In entrata ci sono dei lockers per borse e cappotti in modo da girare in modo tranquillo.

Per i biglietti vi consigliamo i salta-fila on line perchè spesso l’attesa è anche di mezz’ora se c’è affollamento. Ecco, un punto a favore è che dopo un tot di persone non si entra più quindi la zona giostre è sempre gestita con pochissime file!

Che altro dire? Godetevi Berlino e il parco LEGO…un’esperienza assolutamente da fare con i piccoli…ma anche con i grandi! Noi ci siamo divertiti tantissimo!

Articolo scritto in collaborazione con Legoland Discovery Centre Berlin che ringraziamo.

3 GIORNI IN BAVIERA CON I BAMBINI

Hohenschwangau

Un weekend lungo in Europa per visitare i Castelli delle Fiabe e fare una gita a Legoland.

Oggi vi portiamo in Baviera, per un weekend insolito d’inverno a spasso tra castelli e Lego! Venite con noi!

l castello di Hohenschwangau
l castello di Hohenschwangau

Quando abbiamo deciso di organizzare questo weekend speravamo in un viaggetto primaverile, vista la settimana di Pasqua, ma ci siamo dovuti subito ambientare al clima rigido della Germania. Ed è pure caduta la neve!

1. Innsbruck ed il suo centro

Viaggiamo in auto da Vicenza e la nostra prima tappa è l’Austria con Innsbruck. Il tragitto non è impegnativo, circa 3 orette d’auto.

Attraversiamo l’Europabrucke, un ponte grandissimo che fa anche un po’ impressione ed è considerato uno dei più alti d’europa, ed arriviamo in mattinata.

L’Austria ci accoglie in modo vivace, con bancarelle nelle piazze ed artisti di strada.

La piazza colorata di Innsbruck
La piazza colorata di Innsbruck

Passeggiamo per il centro  e notiamo subito il simbolo della città, il Goldenes Dachl, o tetto d’oro che sorge sulla facciata del Neuer Hof, l’antico palazzo dei conti del Tirolo.

Goldenes Dachl, Innsbruck
Goldenes Dachl, il simbolo della città

Il palazzo imperiale, Hofburg, è tra i più importanti edifici culturali di Innsbruck. Costruito per l’imperatrice Maria Teresa, presenta una lunga facciata con due torri a cupola, tipico esempio di architettura tardo barocca della città austriaca.

Hofburg
Hofburg
Photo credit: de.wikipedia.org

Noi non ci fermiamo per visitare gli interni perché fa molto freddo ed è ora di pranzo…per cui ci dirigiamo verso una piccola osteria dove mangiare qualcosa.

Ci soffermiamo solo sugli interni del Duomo,  che rivela tutta la sua natura barocca sull’altare.

Duomo di Innsbruck
Gli interni barocchi del Duomo di Innsbruck

Il pomeriggio facciamo una passeggiata per il centro e shopping nella via principale Herzog-Friedrich-strasse dove troviamo anche il negozio di Swarovski,una delle eccellenze della cultura austriaca.

dragone Swarovski
Un dragone Swarovski
 Swarovski
A sasso per le scale di Swarovski

Il folletto è stato fermo e buono finché la mamma guardava…avevo troppa paura che rompesse qualcosa!!!

Dormire in un birrificio

Le ore in macchina sono tante ma tra giochi e sonno in qualche modo trascorrono!

Arriviamo verso sera in Germania per dormire in un posto molto particolare! Un birrificio, l’ Autenrieder Brauereigasthof.

Autenrieder Brauereigasthof
Autenrieder Brauereigasthof
Photo credit: https://brauereigasthof-autenried.de/

La struttura è circondata dal verde ed adatta alle famiglie con bambini: all’esterno ci sono dei giochi, la camera è spaziosa e la piscina coperta è pulita e rilassante.

Autenrieder Brauereigasthof
Il nostro pomeriggio in piscina

Qui producono la birra come una volta e c’è pure un museo sulla storia della famiglia che ha ristrutturato questo posto. L’oste ci porta a fare un giro e ci spiega come producono le bevande alcoliche e analcoliche.

2. Legoland, divertimento anche con la neve!

Dopo un pomeriggio passato in relax tra piscina e saune, la mattina dopo il folletto si alza e dalla finestra vede la neve! Noi pensiamo che ci faccia uno scherzetto, ma quando ci alziamo la sorpresa è davvero la neve!

paesaggio innevato
Il paesaggio innevato al nostro risveglio

La nostra meta è Legoland e, dopo aver messo gli scarponcini da neve, partiamo lo stesso per questa avventura!
Il parco è immerso nel verde, con giochi d’acqua, montagne russe, e tantissimi posti dove usare le costruzioni!

Legoland DE
L’ingresso al parco

I nostri preferiti sono i Lego Chima! C’è perfino un cinema dove possiamo vedere le loro avventure!

Avete letto il nostro articolo sulla nostra giornata a Legoland Berlino?

Ci sono poi tutte le ricostruzioni dei paesi europei e del mondo in miniatura con bottoni interattivi che consentono ai bimbi di muovere pezzetti di ogni tipo.

Legoland DE
Panorami di Lego

Tra le attrazioni che preferiamo ci sono i tour in auto dove danno perfino la patente al folletto per una guida su circuito. Tantissimi sono gli eventi che circondano questo parco ed è bellissimo dedicargli una giornata. La nostra  stata un po’ ridotta nei giri visto il tempo…ma il freddo non ci ha fermato!

Legoland DE
Star wars a Legoland

3. I castelli della Baviera

L’ultimo giorno della nostra vacanza è dedicato ai castelli delle fiabe. Chi non ha mai sognato di vestirsi come la Principessa Sissi e ballare nelle stanze immense di questa dimora?

Neuschwanstein innevato
Il castello di Neuschwanstein innevato

Neuschwanstein è il castello che nell’immaginario di tutti rappresenta le fiabe. Disney lo ha preso a modello per costruire il castello del suo “Magic Kingdom” e la leggenda narra che qui sia stata ambientata la favola di Cenerentola.

Le torri, le spade e gli scudi appesi dappertutto e tanti bambini che aspettano di entrare! La visita dell’interno è strutturata molto bene per i piccoli che possono anche giocare un po’ nella piazzetta finché aspettano il proprio turno.

Ci danno le cuffiette dove il racconto la del re Ludwig e delle sue avventure ci coinvolge subito e quando il folletto arriva nella sala del trono vorrebbe subito provare a sedersi ma lo blocco ed in cambio compriamo la spada e lo scudo in legno così può esercitarsi a diventare un bravo cavaliere!

Hohenschwangau
Hohenschwangau

Hohenschwangau è il castello più basso, quello che si trova direttamente di fronte a Neuschwanstein.

Una fortezza a tutti gli effetti che Massimiliano II di Baviera aveva fatto restaurare come sua residenza estiva e che è rimasta conosciuta con il simbolo del cigno,  che era l’animale araldico dei conti di Schwangau.

Volete indicazioni per fare un viaggio come il nostro?

Questo viaggio è stato fatto nel mese di marzo 2013 dalla nostra famiglia, 2 adulti ed il folletto con età 4 anni.

In Austria per utilizzare le autostrade serve la Vignetta che si acquista nei distributori prima della frontiera, vi lascio comunque il link qui. Inoltre ricordatevi che in auto dovete avere delle dotazioni obbligatorie, consultate il sito aci.

I biglietti di Legoland e dei Castelli vi consiglio assolutamente di acquistarli on-line. Il castello di Neuschwanstein non accetta ingressi senza prenotazioni sul sito. Vi lascio il link qui.

La birreria è davvero un’esperienza memorabile…soprattutto in estate! Noi l’abbiamo prenotata su booking.com ma vi lascio il link diretto del sito qui.

Questo articolo è stato pubblicato anche sulla rivista Turisti per caso, con nostro grande onore!

turisti per caso
Il nostro articolo su Turisti per caso

A presto folletti,

Cristina