Innsbruck, Tirolo formato famiglia in tutte le stagioni

innsbuck-cosa-fare-famiglia

Cosa vedere a Innsbruck? Oggi vi porto in Austria, una nazione dal cuore verde al centro dell’Europa continentale. Un posto dove alternare sport invernali e trekking estivi alla visita della città.

Le atmosfere urbane vi coinvolgeranno con il ritmo della musica di Mozart e Strauss, mentre vi godrete la gloria passata degli Asburgo negli eleganti caffè dei palazzi barocchi.

Insomma...l’Austria è una nazione tutta da scoprire e perchè non cominciare da Innsbruck a vedere montagna, castelli e ad assaggiare le squisite torte?

Innsbruck, la capitale del Tirolo

Situata ai piedi della Nordkette, Innsbruck è la capitale del Tirolo austriaco, regione famosa per il suo paesaggio naturale.

Noi l’abbiamo visitata in un giorno d’inverno ed abbiamo pensato di lasciarvi le cose imperdibili da vedere con la Innsbruck card.

Innsbruck cosa vedere

Innsbruck, cosa vedere in un giorno

Questa città, nel Medioevo, diventò un importante centro di scambi a livello europeo proprio per la sua posizione, divisa sulle due sponde del fiume Inn.

Il suo centro storico si trova sulla riva destra ed è molto bello e rilassante farci una piacevole camminata.

Itinerario a piedi in città

Ecco il nostro percorso: entrate in città da Herzog-Friedrich-Strasse, la strada principale fiancheggiata da numerosi edifici barocchi, tra cui Helblinghaus al numero 10, decorata con opulenti stucchi rococò.

Sulla sinistra, vicino al Municipio, c’è la Stadtturm, la torre cittadina, alta 56 metri, dalla quale potrete gustarvi un panorama sulla città.

Tra le cose imperdibili da vedere a Innsbruck c’è poi il tetto d’oro, il Goldenes Dachl, simbolo della città.

Aggiunto attorno al 1500, questo tegolato d’oro era il punto dove Massimiliano I preferiva osservare la vita delle strade e delle piazze ed ora ospita un piccolo museo a lui dedicato.

Innsbruck Goldenes Dachl
Goldenes Dachl, il simbolo della città

Proseguendo lungo la strada troverete il duomo di St. Jakob, la cattedrale barocca seriamente danneggiata durante la seconda guerra mondiale e ricostruita negli anni ’50.

Gli eleganti interni sono opera dei fratelli Asam di Monaco, mentre i dipinti della volta vengono attribuiti a Lucas Cranach il vecchio. La sua sfarzosità la rende la chiesa più bella del Tirolo.

L’Hofburg, il palazzo imperiale si trova di fronte alla cattedrale e merita sicuramente una visita. Costruito attorno al 1500 dall’arciduca Sigismondo, fu rimaneggiato da Massimiliano I e da Maria Teresa d’Austria che impresse il suo stile. Decorazioni e mobili sono tutti in stile rococò, in cui spiccano molti dipinti e ritratti della famiglia reale.

Se volete spezzare la giornata con un picnic l’Hofgarten è il posto ideale. Un giardino immenso che confina con il Palazzo imperiale ed è a disposizione di tutti. Giocate a una partita a scacchi all’aria aperta o ascoltate la musica presso il padiglione.

Svoltato l’angolo troverete la Hofkirche. Questa chiesa di corte fu costruita nel 1553 come mausoleo per Massimiliano I. L’ingresso principale presenta un bellissimo portale rinascimentale ed all’interno si trova il sarcofago circondato dalle due statue di Carlo il calvo, suocera di Massimilano I e Giovanna la pazza, sua nuora. Bellissime le decorazioni della cappella e le volte decorate.

innsbruck duomo
Gli interni barocchi del Duomo di Innsbruck

Da qui potete prendere la funicolare futuristica, progettata da Zaha Hadid, per salire ad alta quota sul monte Bergisel. Troverete il trampolino usato nelle passate olimpiadi, riqualificato e diventato punto di osservazione per vedere il panorama della città.

innsbruck-trampolino

L’ascensore della torre, il caffè panoramico e la terrazza belvedere in cima al trampolino, sono aperte al pubblico ogni giorno dalle ore 8.30 alle 18.00 (l’orario di apertura invernale dalle 09:30 alle 17.00). Il trampolino olimpionico del salto con gli sci si può facilmente raggiungere con il bus turistico e con la Innsbruck Card.

Innsbruck, altre attività in zona

In Tirolo, ovunque voi vediate un torrente, una montagna o una gola saprete che potrete fare qualche sport.

Una delle attività estive più entusiasmanti è scendere i fiumi Inn e Sanna con i gommoni del rafting, ma si può anche volare con il parapendio nello scenario alpino della Zillertal o fare downhill lungo i tracciati che d’inverno vengono usati dagli sciatori.

In inverno invece potrete dedicarvi allo sci in tutte le sue forme ed a bellissimi itinerari di trekking invernale.

Tantissime sono le attività promosse da questa regione, se volete sbirciarne altre trovate molto sul sito della città di Innsbruck.

Innsbruck con i bambini

Ai piedi del Bergisel si trova un interessante zoo che ospita tanti animali alpini, tra cui stambecchi e orsi. Ma la cosa bella è come arrivarci! Bisogna prendere la teleferica e salire sul monte! Una vera avventura!

Altra attività da segnalare è sicuramente il Museo delle arti visive dove si può giocare con le illusioni ottiche!

Swarovski
Un dragone Swarovski

Un giretto da Swarowski è poi simpatico, per vedere tutte le cose che si possono creare con i cristalli ma…attenti a non farli cadere!

Vuoi proseguire l’itinerario?

Vieni con noi alla scoperta dei castelli bavaresi!

3 GIORNI IN BAVIERA CON I BAMBINI

Hohenschwangau

Un weekend lungo in Europa per visitare i Castelli delle Fiabe e fare una gita a Legoland.

Oggi vi portiamo in Baviera, per un weekend insolito d’inverno a spasso tra castelli e Lego! Venite con noi!

l castello di Hohenschwangau
l castello di Hohenschwangau

Quando abbiamo deciso di organizzare questo weekend speravamo in un viaggetto primaverile, vista la settimana di Pasqua, ma ci siamo dovuti subito ambientare al clima rigido della Germania. Ed è pure caduta la neve!

1. Innsbruck ed il suo centro

Viaggiamo in auto da Vicenza e la nostra prima tappa è l’Austria con Innsbruck. Il tragitto non è impegnativo, circa 3 orette d’auto.

Attraversiamo l’Europabrucke, un ponte grandissimo che fa anche un po’ impressione ed è considerato uno dei più alti d’europa, ed arriviamo in mattinata.

L’Austria ci accoglie in modo vivace, con bancarelle nelle piazze ed artisti di strada.

La piazza colorata di Innsbruck
La piazza colorata di Innsbruck

Passeggiamo per il centro  e notiamo subito il simbolo della città, il Goldenes Dachl, o tetto d’oro che sorge sulla facciata del Neuer Hof, l’antico palazzo dei conti del Tirolo.

Goldenes Dachl, Innsbruck
Goldenes Dachl, il simbolo della città

Il palazzo imperiale, Hofburg, è tra i più importanti edifici culturali di Innsbruck. Costruito per l’imperatrice Maria Teresa, presenta una lunga facciata con due torri a cupola, tipico esempio di architettura tardo barocca della città austriaca.

Hofburg
Hofburg
Photo credit: de.wikipedia.org

Noi non ci fermiamo per visitare gli interni perché fa molto freddo ed è ora di pranzo…per cui ci dirigiamo verso una piccola osteria dove mangiare qualcosa.

Ci soffermiamo solo sugli interni del Duomo,  che rivela tutta la sua natura barocca sull’altare.

Duomo di Innsbruck
Gli interni barocchi del Duomo di Innsbruck

Il pomeriggio facciamo una passeggiata per il centro e shopping nella via principale Herzog-Friedrich-strasse dove troviamo anche il negozio di Swarovski,una delle eccellenze della cultura austriaca.

dragone Swarovski
Un dragone Swarovski
 Swarovski
A sasso per le scale di Swarovski

Il folletto è stato fermo e buono finché la mamma guardava…avevo troppa paura che rompesse qualcosa!!!

Dormire in un birrificio

Le ore in macchina sono tante ma tra giochi e sonno in qualche modo trascorrono!

Arriviamo verso sera in Germania per dormire in un posto molto particolare! Un birrificio, l’ Autenrieder Brauereigasthof.

Autenrieder Brauereigasthof
Autenrieder Brauereigasthof
Photo credit: https://brauereigasthof-autenried.de/

La struttura è circondata dal verde ed adatta alle famiglie con bambini: all’esterno ci sono dei giochi, la camera è spaziosa e la piscina coperta è pulita e rilassante.

Autenrieder Brauereigasthof
Il nostro pomeriggio in piscina

Qui producono la birra come una volta e c’è pure un museo sulla storia della famiglia che ha ristrutturato questo posto. L’oste ci porta a fare un giro e ci spiega come producono le bevande alcoliche e analcoliche.

2. Legoland, divertimento anche con la neve!

Dopo un pomeriggio passato in relax tra piscina e saune, la mattina dopo il folletto si alza e dalla finestra vede la neve! Noi pensiamo che ci faccia uno scherzetto, ma quando ci alziamo la sorpresa è davvero la neve!

paesaggio innevato
Il paesaggio innevato al nostro risveglio

La nostra meta è Legoland e, dopo aver messo gli scarponcini da neve, partiamo lo stesso per questa avventura!
Il parco è immerso nel verde, con giochi d’acqua, montagne russe, e tantissimi posti dove usare le costruzioni!

Legoland DE
L’ingresso al parco

I nostri preferiti sono i Lego Chima! C’è perfino un cinema dove possiamo vedere le loro avventure!

Avete letto il nostro articolo sulla nostra giornata a Legoland Berlino?

Ci sono poi tutte le ricostruzioni dei paesi europei e del mondo in miniatura con bottoni interattivi che consentono ai bimbi di muovere pezzetti di ogni tipo.

Legoland DE
Panorami di Lego

Tra le attrazioni che preferiamo ci sono i tour in auto dove danno perfino la patente al folletto per una guida su circuito. Tantissimi sono gli eventi che circondano questo parco ed è bellissimo dedicargli una giornata. La nostra  stata un po’ ridotta nei giri visto il tempo…ma il freddo non ci ha fermato!

Legoland DE
Star wars a Legoland

3. I castelli della Baviera

L’ultimo giorno della nostra vacanza è dedicato ai castelli delle fiabe. Chi non ha mai sognato di vestirsi come la Principessa Sissi e ballare nelle stanze immense di questa dimora?

Neuschwanstein innevato
Il castello di Neuschwanstein innevato

Neuschwanstein è il castello che nell’immaginario di tutti rappresenta le fiabe. Disney lo ha preso a modello per costruire il castello del suo “Magic Kingdom” e la leggenda narra che qui sia stata ambientata la favola di Cenerentola.

Le torri, le spade e gli scudi appesi dappertutto e tanti bambini che aspettano di entrare! La visita dell’interno è strutturata molto bene per i piccoli che possono anche giocare un po’ nella piazzetta finché aspettano il proprio turno.

Ci danno le cuffiette dove il racconto la del re Ludwig e delle sue avventure ci coinvolge subito e quando il folletto arriva nella sala del trono vorrebbe subito provare a sedersi ma lo blocco ed in cambio compriamo la spada e lo scudo in legno così può esercitarsi a diventare un bravo cavaliere!

Hohenschwangau
Hohenschwangau

Hohenschwangau è il castello più basso, quello che si trova direttamente di fronte a Neuschwanstein.

Una fortezza a tutti gli effetti che Massimiliano II di Baviera aveva fatto restaurare come sua residenza estiva e che è rimasta conosciuta con il simbolo del cigno,  che era l’animale araldico dei conti di Schwangau.

Volete indicazioni per fare un viaggio come il nostro?

Questo viaggio è stato fatto nel mese di marzo 2013 dalla nostra famiglia, 2 adulti ed il folletto con età 4 anni.

In Austria per utilizzare le autostrade serve la Vignetta che si acquista nei distributori prima della frontiera, vi lascio comunque il link qui. Inoltre ricordatevi che in auto dovete avere delle dotazioni obbligatorie, consultate il sito aci.

I biglietti di Legoland e dei Castelli vi consiglio assolutamente di acquistarli on-line. Il castello di Neuschwanstein non accetta ingressi senza prenotazioni sul sito. Vi lascio il link qui.

La birreria è davvero un’esperienza memorabile…soprattutto in estate! Noi l’abbiamo prenotata su booking.com ma vi lascio il link diretto del sito qui.

Questo articolo è stato pubblicato anche sulla rivista Turisti per caso, con nostro grande onore!

turisti per caso
Il nostro articolo su Turisti per caso

A presto folletti,

Cristina