VALLI DEL PASUBIO: il magico presepe di Bariola

presepe-di-bariola-pasubio

Dopo avervi portato a Laghi di Posina (VI) per coinvolgervi nella manifestazione Natalizia “Incanto di Natale”, abbiamo pensato di passeggiare per questo paesino di Valli del Pasubio, un comune limitrofo, per mostrarvi il Presepe di Bariola.

presepe-di-bariola-pasubio
La natività

Ogni anno infatti in questa contrada del comune di Valli, si tiene un fantastico presepe che anima tutto il periodo natalizio.

Il presepe di Bariola

Il presepe di Bariola racconta la natività di Gesù ma rappresenta anche tutto il contesto rurale di vita della comunità montana nei primi del ‘900.

Rievoca povertà e fatica di questi abitanti che basavano la loro vita sul ritmo delle stagioni e dei raccolti, sulla condivisione degli spazi e della vita.

presepe-di-bariola
Scene rurali

Il presepe è allestito all’interno di cantine, portici e focolari messi a disposizione dagli abitanti. La contrada è caratteristica da visitare già di per sé, perché ha case pittoresche, corti comuni e case rurali davvero incredibili.

Le statue sono a grandezza naturale e ricreate in modo perfetto dagli artigiani del paese che si adoperano per produrle e farle funzionare in modo meccanico per tutta la durata del presepe.

presepe-di-bariola
L’annunciazione

Le statue sono animate e rappresentano tutte scene di vita locale e contadina. C’è il fabbro intento a forgiare il ferro, il calzolaio che sistema una scarpa, la mamma che impasta la pasta fatta in casa e la vecchina all’arcolaio.

Il presepe ai giorni nostri

Il presepe di Bariola si è evoluto in modo digitale negli ultimi anni e, in ogni stazione, troverete un QRcode da cliccare con il cellulare per attivare racconti e storie dell’epoca.

Al folletto è piaciuto un sacco immergersi nei racconti del paese, anche se tanti sono in dialetto veneto. Ma bellissime sono anche le scene interattive dove i bambini possono scoprire cose nuove.

Alcuni raccontano la bellissima tradizione del Filò che coinvolgeva anziani e bambini davanti al focolare della sera per racconti e storie.

scene-rurali-bariola
L’antico mestiere del fabbro

Un ritorno alle origini ed alle radici della tradizione veneta che porta i bambini a riscoprire usi e costumi ormai quasi dimenticati.

Programma ed orari

Il presepe di Bariola si svolge a Sant’antonio di Valli del Pasubio, in contrada Bariola appunto.

Viene inaugurato ogni anno il 24 dicembre e si può visitare fino al 31 gennaio.

presepe-di-bariola
La fritòla più buona che ci sia!

Il percorso è pedonale e dura circa un’oretta o poco più. Alla fine troverete uno stand per cioccolata, brulé e le mitiche frittelle di Natale che noi ci siamo mangiati sotto l’albero!

L’orario di apertura sarà dalle 9:00 del mattino fino alle 22:30.
La sera di San Silvestro il Presepe rimarrà aperto fino alle 2:00 di notte.

Nei giorni festivi sarà attivo un servizio di bus navetta che gratuitamente porta dal piazzale della NORDA i visitatori direttamente nei pressi del Presepe, altrimenti c’è un parcheggio in loco.

12 risposte a “VALLI DEL PASUBIO: il magico presepe di Bariola”

  1. sheila atrendyexperience dice: Rispondi

    ma che meraviglia questo presepe e chissà che gioia i tuoi piccini

  2. Che bello questo presepe,ne resto sempre affascinata! Da piccola lo facevo sempre, ora non più

  3. Io sono sempre incantata dai presepi che riportano l’evento della nascita di Gesù alle abitudini del quotidiano. E questa è un’occasione per imparare qualcosa sulle tradizioni contadine

  4. Non conosco il nord italia e non avevo mai sentito parlare del lago di posina. Credo che l’anno prossimo dovrò rimediare con un bel giro. Presepi inclusi!

    1. Dai! Così mi vieni a trovare!

  5. All’inizio pensavo che fossero persone… è veramente realizzato benissimo, che meraviglia! Il finale con le frittelle ci sta proprio!!!

    1. Sono fatte benissimo le statue! sembrano vere!

  6. Un presepe che mi piacerebbe visitare con il mio bimbo. E’ vero, è realizzato splendidamente!

  7. Io sono solita visitare presepi viventi, ma anche questo dev’essere davvero suggestivo (oltre che tecnologico)! Le statue sembrano vere ed io starei ore a guardarle. Grazie per avermelo fatto conoscere!

  8. I presepi sono proprio il mio punto debole, se potessi passerei il mese di dicembre in giro per l’Italia alla scoperta di queste opere d’arte! La storia del qrcode è davvero un’innovazione! Inoltre, la zona dei Laghi di Posina deve essere veramente bellissima. 🙂

  9. Cristina Giordano dice: Rispondi

    Ciao un presepe anche moderno da come lo descrivi, così da ascoltare anche molte storie di vita vissuta passata, bello

  10. Grazie per avermi fatto scoprire questo posto che non conoscevo Magari prima della fine del mese riusciamo a farci un salto! A presto!

Lascia un commento