COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE

come-organizzare-un-viaggio-alle-maldive

Le Maldive sono un arcipelago sperso nell’oceano Indiano. Tanti piccoli atolli, da piccoli puntini a isole medio-grandi nelle quali trovare resort o veri villaggi maldiviani.

Ma come organizzare un viaggio alle Maldive?

Beh dipende un po’ da che tipi siete! Avrete l’imbarazzo della scelta tra resort di lusso all inclusive a guest house più spartane, da voli in idrovolante a traversate in barca veloce, da spiagge deserte a spiagge “popolari” dove dovrete rispettare le tradizioni e le regole musulmane.

Insomma…ce n’è per tutti i gusti! Ma vediamo i consigli principali!

Quando andare alle Maldive

La Maldive sono i mezzo all’oceano quindi soggette a cambiamenti repentini di clima. Di solito la stagione secca va da dicembre ad aprile che risulta essere il periodo migliore mentre l’estate è più piovosa e umida.

Tutto ciò ovviamente è del tutto relativo. Noi ad esempio ci siamo andati ad agosto ed abbiamo trovato sole bellissimo e zero pioggia, ma per questo come sempre siete soggetti al caso!

Trasporti interni tra le isole

L’arrivo con il volo internazionale scende per tutti sull’atollo di Malè, che è la capitale delle Maldive.

Per raggiungere la vostra isola dovrete poi prendere un altro mezzo.

come-organizzare-un-volo-alle-maldive
Un idrovolante

Il più veloce è sicuramente l’idrovolante che sorvola le isole ma troverete anche motoscafi veloci che fanno la spola dall’aeroporto e Dhoni, tipiche barche maldiviane, che vanno da un’isola all’altra.

Se viaggiate in famiglia vi esorto a valutare la barca e questo perché l’idrovolante non è sempre disponibile al momento dell’atterraggio.

Di due volte che siamo stati negli atolli, la seconda nonostante avessi prenotato l’idrovolante ho chiesto il cambio con la barca perché ci avrei messo meno e se avete bambini stare ad aspettare dopo 9 ore di volo…anche no!

Quali sono i motivi per portarvi dietro i bambini alle Maldive?

Beh…tantissimi! Leggeteli qui!

Assistenza sanitaria

Le isole sono lontane tra loro e se il mare è burrascoso spesso i trasferimenti risultano difficili.

L’unico ospedale internazionale è a Malè per cui fate opportune valutazioni se soffrite di patologie gravi che richiedono assistenza velocemente. Magari scegliete atolli più vicini alla capitale e più facilmente raggiungibili.

Per il resto le isole sono molto sicure. Non ci sono animali pericolosi e tranne qualche incidente dovuto a tagli con i coralli non ci sono pericoli nemmeno per i più piccoli.

Per questo vi consiglio in ogni caso di portarvi delle scarpette da scoglio per proteggere i piedi dai conchiglie che affiorano dalla sabbia e dalle punture degli anemoni di mare.

Se fate sub, magari da poco tempo e non siete esperti di profondità marine, valutate isole con la camera iperbarica che in caso di incidenti vi può salvare la vita!

Tutti a tavola!

Nei resort troverete ogni tipo di leccornia, dalla cucina italiana alla cucina maldiviana ed internazionale.

Se vi servono latte e omogeneizzati però meglio portarli da casa perché non tutte le isole ne sono fornite.

Cosa fare con i bambini alle Maldive? Ecco le nostre idee!

La cucina maldiviana è comunque una cucina speziata con influenze indiane e tanto pesce e legumi e riso.

cosa-mangiare-alle-maldive
Il Mashuni, piatto tipico della colazione con tonno, cipolla e cocco accompagnato dal Roshi il pane senza lievito.
Photo by Dani Gelosa @noiconlevaligie

Per i bambini troverete anche in guest house riso e pesce e l’ottimo Bondi bai, il budino di riso amato da tutti!

Quanto costa una vacanza alle Maldive?

Se state pensando di organizzare un viaggio alle Maldive in modo low cost si può fare…tenendo sempre conto che non sono una meta economica e quindi comunque dovrete mettere a budget una cifra importante.

La scelta di solito si riversa sui villaggi all inclusive dove acquisterete un pacchetto con volo, transfert e hotel con pensione completa. A seconda del comfort che vorrete avrete prezzi diversi.

Ecco la nostra esperienza al Villaggio Alimathà!

Ma vi esorto a valutare anche un pernottamento in guesthouse, dove riuscirete a contenere i costi e vivere sicuramente un’esperienza diversa.

Vi lascio qui l’esperienza della mia amica Stefania di Piediniinviaggio.it.

Perché scegliere una Guesthouse alle Maldive?

“La nostra esperienza alle Maldive in Guesthouse è stata molto positiva e non posso fare altro che consigliarla per la possibilità di vivere maggiormente a contatto con la cultura e natura del luogo.

Spesso sono situate in punti strategici, sulla spiaggia o proprio a pochi metri, oltre che su isole ancora poco turistiche, quindi vivrete la vera vita del posto.

La facilità di instaurare rapporti con altri ospiti e con i gestori – in guesthouse si hanno alcuni spazi comuni come il ristorante, l’angolo relax, il giardino comune, con gli ospiti della casa si riesce ad instaurare un rapporto di convivenza pur avendo i propri spazi.

Avvertenze Baby Friendly

Il sole picchia! E per tutti sono necessari accorgimenti basilari per non rovinarsi la vacanza!

bambini-alle-maldive
Maldive per bambini

Quindi nell’organizzare un viaggio alle Maldive ricordatevi di:

  • Usare sempre una protezione solare con filtro minimo spf50…come sempre da erborista vi esorto a rispettare la natura il più possibile ed a scegliere creme che non si disperdano nell’oceano rovinando la flora e la fauna del luogo.
  • Per i bambini potete acquistare alla Decathlon le t-shirt con protezione uv
  • Occhiali da sole e cappello per tutti, il riverbero del sole sulla sabbia può dare problemi agli occhi, soprattutto ai più piccoli
  • Il mare è quasi sempre calmo ma se vi avventurate lontano da riva con i piccoli fate attenzione alle correnti.

Buon viaggio!

3 risposte a “COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE”

  1. Sono rimasta ipnotizzata dalla foto della copertina…che mare!!! Non è una meta low cost, ma spero di poterci andare quanto prima con mio figlio, così da assaggiare assieme il famoso budino di riso!

  2. Un viaggio alle Maldive deve essere un’esperienza meravigliosa. Potendo, credo che opterei per una qualche giorno in una guesthouse per conoscere la vita locale e le tradizione, per poi godermi il totale relax in qualche resort

  3. Ottime dritte!! Deve essere davvero pazzesco poter fare un viaggio del genere con i bambini! Noi ci organizziamo spesso tra famiglie, e ci troviamo molto bene. Ma non so se riuscirei a mangiare cipolla a colazione!

Lascia un commento