Negli ultimi anni sono diventati di moda i Pumpkin Patch, questi campi di zucche famosissimi per Halloween negli States ed ormai diffusi anche da noi in Veneto! Ecco i più belli da vedere in famiglia per una giornata d’autunno e tutte le attività da fare!

Nonno Andrea a Villorba, il campo di zucche più grande del Veneto (TV)

Il primo pumpkin patch da visitare in Veneto è quello di Nonno Andrea, una azienda agricola che si trova a Villorba in provincia di Treviso. Qui troverete un bellissimo giardino addobbato a pumpkin patch, con tante zucche arancioni e molti allestimenti. Il giardino è strutturato per trascorrerci del tempo tra giochi e spuntini. Troverete infatti:

  • punti gioco per bambini con giochi in legno (quelli di una volta!)
  • giochi ad orari prestabiliti ( la corsa delle carriole, tiro a segno..)
  • un punto ristoro dove assaggiare specialità alla zucca
  • il labirinto di mais in cui perdersi (divertentissimo!)
  • tantissimi spot per le fotografie autunnali
  • intrattenimento e musica dal vivo

Nonno Andrea Villorba

Nonno Andrea è uno dei più bei campi di zucche pumpkin patch d’Italia e del Veneto quindi se potete dedicateci una visita di almeno mezza giornata! Gli orari di apertura sono: dal 29 settembre al 31 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 20.00. L’ingresso costa 6 euro infrasettimanali, 8 euro la domenica dai 3 anni agli 80. Il pagamento si effettua in loco. Obbligatoria la prenotazione sul sito.

Il castello delle zucche a Cervarese Santa Croce (PD)

Altro posto consigliato nella provincia di Padova e precisamente a Cervarese Santa Croce è il Castello delle zucche che viene allestito all’interno del Castello di Vaneza. Dal 7 ottobre il castello sarà circondato da zucche di ogni tipo ed ogni weekend fino al 31 ottobre ci saranno storie, teatro, giochi e tantissime altre attività per bambini.

Il castello delle zucche

Nel Parco del castello, invece, troverete Il Castello delle Zucche e Mercato delle Zucche con laboratori e spettacoli, oltre ad un punto ristoro all’interno del Castello sempre aperto per colazioni-spuntini-aperitivi ed uno esterno per pranzi.

Vi consigliamo di non perdere i laboratori di intaglio della zucca. I laboratori sono su prenotazione da sabato 7 ottobre al costo di 5 euro a bambino. Per prenotare l’ingresso al castello segui il link e con il biglietto d’ingresso è incluso l’accesso alle sala archeologica del Museo del Fiume Bacchiglione e il parcheggio.

Il giardino delle zucche a Dueville (VI)

Tra i campi di zucche da vedere in Veneto vi segnalo anche un giardino delle zucche piccolo ma ben tenuto lo trovate a Dueville (VI) dove l’Azienda Agricola Peretti allestisce ogni anni la vendita delle zucche. Non troverete né ristori né laboratori ma solo bellissimi spot fotografici e una bellissima passeggiata tra le zucche da fare con i bambini. Potrete anche acquistarle per decorarle ad Halloween ed anche mangiarle perché sono buonissime (le ho provate!).

Il campo di zucche dell’azienda agricola Peretti

Orari di apertura: dalle 9 alle 19 tutti i giorni. Ingresso gratuito. Apertura: settembre e ottobre ( il villaggio è attualmente già allestito).

Pumpkin Patch di Flover a Bussolengo (VR)

La Flover Farm, vi propone un allestimento particolare: un labirinto a forma di carriola, unico in Italia, costruito con materiali 100% ecosostenibili e balle di fieno. Pronti a perdervi? A soli 100 metri dal Garden di Bussolengo vi attende uno spazio dedicato a tutta la famiglia dove, tutti i giorni, potrete trovare tante attività dedicate ad adulti e bambini. Troverai giochi divertenti, animazioni coinvolgenti, un intrigante labirinto di mais e, naturalmente, tantissime zucche!

Campo di zucche a Bussolengo (VR) presso Flover Garden

Si potrà poi, visitare il campo di zucche ornamentali, una distesa di zucche dalle forme tradizionali a quelle più strane, dove sarà possibile scegliere quella da intagliare! Tanti gli spot fotografici e un food corner dove assaggiare la zucca fritta!! Ogni weekend ci sono giochi e laboratori per i più piccoli!

Ingresso gratuito. Orari di apertura dal 30 settembre al 31 ottobre dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 con ingresso gratuito e Sabato, Domenica (compresi 31 ottobre e 1 novembre) dalle 10.00 alle 19.00 ingresso con Pass Zucche € 5,00* (i bambini sotto al metro non pagano).*Il Pass Zucche include l’accesso alla Farm, una zucca ornamentale e un buono di € 2,00 da spendere nel garden di Bussolengo a fronte di una spesa minima di € 10,00.

Le zucche del Brenta a Fiesso d’Artico (VE)

Altri campi di zucche in Veneto? L’ultimo che vi segnalo è in provincia di Venezia ed in particolare a Fiesso d’artico. Qui la famosa “Lavanda del Brenta” coltivata in estate si trasforma nelle “Zucche del Brenta”.

Le zucche del Brenta (foto da Facebook)

Il campo sarà aperto e addobbato e tema e si potrà fare una passeggiata tra le zucche, scattare qualche foto e acquistare zucche e prodotti tipici preparati dall’azienda agrituristica.
L’ingresso è libero Orario: tutti i giorni dalle 10 alle 18.30 a partire dal 30 settembre. * orario da confermare controllate sul sito

Ti potrebbe piacere anche:

Ci rivediamo al prossimo articolo! Ti è piaciuto questo post e lo hai trovato utile? Condividilo sui social e taggami! Se apprezzi i miei contenuti, iscriviti alla newsletter e vieni a trovarmi su Instagram,  Facebook e TikTok, ti leggo.

5 Comments

  • Lara
    Posted 21/10/2022

    Che bei posti, adatti a grandi e piccoli. Finalmente anche qui da noi si festeggia l’autunno, un mese importante che porta colori magnifici e caldi. Grazie di questa lista!

    • Cristina
      Posted 21/10/2022

      Amo l’autunno, è magico per me!

  • viaggiacorrisogna
    Posted 22/10/2022

    Ops conoscevo solo Nonno Andrea perché ce l’ho proprio dietro casa, e mi è piaciuto un sacco nonostante non sia amante di Halloween ma lì l’atmosfera è davvero allegra. Il prossimo anno proverò gli altri!

    • Cristina
      Posted 22/10/2022

      Ciao Lara! Ti aspetto in quello vicino a me la prossima volta!!!

  • Eliana
    Posted 23/10/2022

    Questi campi di zucca stanno diventando sempre più popolari e credo che la tradizione derivi dal mondo anglosassone: i primi campi li ho visti in Germania tanti anni fa quando qui ancora non esistevano! Non ne ho mai visto uno ma sicuramente varebbe la pena!

Lascia un commento